Rifiuti agricoli, nasce il circuito di raccolta su base nazionale

Firmato un accordo tra Coldiretti e Cascina Pulita per migliorare lo smaltimento dei rifiuti agricoli: la gestione e raccolta dei rifiuti agricoli avrà un quadro unitario di riferimento, un migliore coordinamento e una semplificazione degli oneri burocratici

rifiuti agricoli

(Rinnovabili.it) – Cascina Pulita è la più grande azienda italiana specializzata nei servizi ambientali per il settore agricolo, e offre un servizio completo di stoccaggio, raccolta, e smaltimento dei rifiuti prodotti dalle imprese agricole e dagli allevamenti. Coldiretti ha firmato una convenzione quadro con Cascina Pulita per promuovere una maggiore sostenibilità delle produzioni agricole grazie a un circuito organizzato di raccolta dei rifiuti agricoli. L’agricoltura italiana diventa così sempre più green e migliora la sua già ottima posizione: in Italia gli scarti agricoli rappresentano appena il 7% delle emissioni nazionali, un valore che è in calo contrariamente a quanto sta accadendo in altri Paesi europei.

Leggi anche Dagli scarti della lana, coperture e fertilizzanti per l’agricoltura

Grazie a questo accordo, la gestione e raccolta di rifiuti agricoli avrà un quadro unitario di riferimento e un migliore coordinamento. Un servizio di raccolta semplice, efficiente e continuativo secondo Coldiretti favorirà il corretto stoccaggio, la differenziazione, il recupero e l’ottimale smaltimento dei rifiuti agricoli, e potrà contribuire alla semplificazione degli oneri burocratici a carico delle imprese e contenere i costi per le imprese agricole. Spiega infatti il presidente di Coldiretti Ettore Prandini che «l’agricoltura italiana è una risorsa strategica per avviare una nuova stagione di sviluppo economico e lavoro per il Paese. Per questo dobbiamo mettere in campo gli strumenti per aiutare tutte le aziende nei processi di innovazione e di maggiore sostenibilità. La gestione corretta e trasparente dei rifiuti agricoli permette di agevolare la transizione verso il modello di economia circolare per migliorare l’efficienza nell’uso delle risorse con una semplificazione burocratica e dei servizi».

Rifiuti agricoli ed economia circolare

Il progetto ZeroScarti di Cascina Pulita mira a raggiungere la completa circolarità dei rifiuti agricoli. Oggi riesce a valorizzarne il 95%, anche grazie a un impianto Clean Wash unico in Italia, che permette di effettuare la bonifica dei contenitori di fitofarmaci – tra gli scarti agricoli più diffusi che ancora non potevano essere reimmessi nel circuito del riciclo – e di destinarli al recupero di materia anziché alle discariche o all’incenerimento. 

Si dichiara soddisfatto dell’accordo Marco Vergero, presidente di Cascina Pulita: «Siamo molto felici di essere riconosciuti come il partner ideale per la costituzione di un circuito organizzato di raccolta dei rifiuti agricoli su base nazionale. I nostri continui sforzi per incrementare una raccolta diffusa di questi rifiuti e aumentarne le possibilità di valorizzazione a beneficio dell’economia circolare sono stati ancora una volta premiati. E questo ci dà un nuovo, ulteriore incentivo per supportare i nostri clienti nella gestione sostenibile delle attività agricole e cercare soluzioni innovative per sviluppare sempre più la filiera del riciclo».

Leggi anche Nasce CIAC, il primo Consorzio Italiano per l’Agricoltura Circolare

Cascina Pulita è una delle cinque società del Gruppo Vergero attive nel settore dei servizi ambientali specializzati per l’industria e l’agricoltura: ha realizzato per primo a livello nazionale un impianto per la bonifica delle plastiche agricole pericolose e un sistema di raccolta dei rifiuti agricoli. L’accordo tra Cascina Pulita e Coldiretti promette quindi di essere un ulteriore passo avanti verso la sostenibilità dell’agricoltura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui