Minambiente: riunita la Commissione eco-reati

Primo incontro per il gruppo di lavoro costituito per studiare e procedere alla revisione delle sanzioni per i reati contro l’ambiente

Minambiente: riunita la Commissione eco-reati(Rinnovabili.it) – In Italia i numeri associati alla criminalità ambientale sono così alti da far girare la testa. Secondo l’ultimo rapporto Ecomafia di Legambiente solo nel 2011 si sono registrati ben 3.817 reati ambientali quasi 93 al giorno, il 9,7% in più rispetto al 2010. Per combattere attivamente questa piaga il Ministero dell’Ambiente ha costituito una Commissione ad hoc a cui affidare lo studio e la revisione delle sanzioni per gli eco-reati. Il gruppo di lavoro, costituito con decreto del ministro Orlando, si è riunito per la prima volta proprio in questi giorni presso gli uffici del Dicastero: l’obiettivo – spiega una nota dello stesso Minambiente –  sarà “quello di pervenire a una compiuta disciplina dei reati ambientali in una dimensione di maggiori effettività, tutele e garanzie, per dare alla magistratura gli strumenti adeguati per combattere questa tipologia di reati”.

 

Il primo incontro è servito per discutere dell’allineamento della normativa italiana agli input internazionali, analizzando anche in prospettiva comparatistica, i migliori standard normativi in materia di delitti ambientali. Si tratta di uno dei temi particolarmente a cuore al ministro Orlando come ricordato peraltro la scorsa primavera nel suo discorso programmatico. “Credo – aveva affermato Orlando – che in materia di reati ambientali ( troppe contravvenzioni e pochi delitti) e di illeciti amministrativi ambientali sia giunto il momento di una complessiva riforma normativa del sistema delle sanzioni: noi abbiamo bisogno di rivedere il complesso delle sanzioni amministrative, ma anche di ampliare l’ambito dei delitti contro l’Ambiente, le risorse e il patrimonio naturale e paesaggistico”.