Enel Green Power e F2i insieme per creare il primo polo del solare

Firmato l’accordo tra Enel Green Power e F2i: con oltre 270 megawatt di potenza installata nascerà il primo colosso del fotovoltaico in Italia

Immagine da Pixabay

Dopo più di sei mesi di trattative, finalmente Enel Green Power e F2i sono giunte ad un accordo. Un sodalizio che potrebbe portare grandi novità per tutti quei consumatori interessati ad investire nelle rinnovabili, anche solo scegliendo tra le offerte luce e gas presenti sul mercato degli operatori energetici che si avvalgono di fonti alternative. Non tutti infatti hanno la possibilità di investire nelle rinnovabili in prima persona, e l’accordo tra Enel Green Power e F2i potrebbe creare nuove opportunità anche per questo target di consumatori virtuosi, ma con una disponibilità economica limitata.

Accordo Enel Green Power e F2i

Nasce quindi la joint venture tra Enel Green Power e il fondo infrastrutturale F2i, che si propone di dar vita al nuovo polo leader del settore solare in Italia.  Complessivamente, il nuovo soggetto disporrà di una potenza installata di circa 270 megawatt, di cui 122 di Egp e circa 150 del fondo. In base all’accordo, Enel Green Power si occuperà della gestione degli impianti, mentre F2i ricoprirà la funzione di socio finanziario.

L’alleanza tra Enel Green Power e F2i ha lo scopo di promuovere l’utilizzo delle energie rinnovabili, minimizzando però le perdite ai danni delle compagnie energetiche tradizionali. Sinergie e collaborazioni di questo tipo stanno infatti spuntando in tutta Italia, dove la produzione di energia da fonti rinnovabili copre ormai quasi il 40% del totale. Perché questo processo virtuoso non si arresti, tuttavia, è necessario rendere la transazione verso le fonti carbon-free il più sostenibile possibile, anche da un punto di vista economico.

Enel Green Power punta a consolidare la propria presenza nei mercati maturi

L’accordo Egp – F2i rientra in una serie di iniziative attuate dal colosso guidato da Venturini per consolidare la propria presenza nei mercati già maturi, rinunciando ad investimenti in zone dove potrebbe essere più difficile portare a casa buoni risultati. È in quest’ottica che Enel Green Power ha appena venduto tutte le sue attività in Portogallo, ricavando circa 900 milioni di euro da utilizzare per investimenti in altri mercati, come ad esempio l’Africa, l’India e l’Italia.

F2i, dopo Edison continua la conquista del settore energetico

Per quanto riguarda il fondo infrastrutturale guidato da Renato Ravanelli, è evidente l’intenzione di conquistarsi un ruolo centrale nel settore energetico. L’accordo con Enel Green Power, non è infatti il primo per il fondo, il quale di recente ha stretto accordi anche con Edison.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui