ABB installa la prima sottostazione digitale al mondo a 500 kV in Sud America

La sottostazione consentirà a Enel Green Power di fornire energia elettrica priva di emissioni di carbonio dal più grande impianto fotovoltaico del Brasile in modo sicuro, affidabile e sostenibile

sottostazione digitale
Credit: ABB

Quando nel 2018 ABB ha consegnato la prima sottostazione digitale dell’America Latina in Brasile, la notizia non è passata inosservata. Enel Green Power, azienda leader globale nel settore dell’energia rinnovabile, ha deciso di digitalizzare la gestione e i processi delle proprie risorse per migliorare l’efficienza energetica e ridurre i costi di manutenzione e di incrementare l’utilizzo di soluzioni sostenibili. La migliorata accessibilità ai dati di impianto consente di prendere decisioni più velocemente e di adottare soluzioni in tempo reale per far fronte all’irregolarità dell’energia prodotta dall’irradiazione solare dovuta ai movimenti delle nuvole.

In quest’ottica, la sottostazione digitale di ABB è sembrata la soluzione perfetta. Lavorando a stretto contatto con il cliente, ABB ha proposto diverse alternative di progettazione e ingegneria per trovare la soluzione che soddisfasse i requisiti tecnici ed economici di Enel Green Power.

 

Decarbonizzare il più grande impianto fotovoltaico del Sud America

La sottostazione di ABB è stata scelta da Enel Green Power per fornire energia solare pulita alla rete di trasmissione brasiliana a 500 kilovolt (kV) proveniente dall’impianto solare fotovoltaico di São Gonçalo a Piauí, nel nord-est del Paese. Questa è la prima sottostazione digitale al mondo in corrente alternata a 500 kV.

La prima parte dell’impianto, a 475 MW, è entrata in servizio lo scorso gennaio. Una volta completato, sarà in grado di generare oltre 1.200 GWh di energia solare pulita, abbattendo oltre 600.000 tonnellate di emissioni di carbonio all’anno.

L’energia fotovoltaica è in forte espansione in Brasile. La capacità installata raggiungerà i 3.000 MW alla fine del 2020, segnando un aumento del 50% rispetto al 2018. Secondo ABSOLAR, l’associazione dell’industria fotovoltaica brasiliana, ciò equivale a $ 1.3 miliardi di investimenti nell’economia del Paese, traducendosi in 15.000 posti di lavoro. Data la situazione, gli operatori di rete oggi richiedono soluzioni digitali per far fronte alla crescente quantità di energia rinnovabile, per sua natura intermittente e distribuita, da integrare nella rete.

Cos’è una sottostazione digitale?

Le sottostazioni digitali di ABB offrono ai clienti maggiore controllo e affidabilità. Sfruttano la rilevazione di dati digitali per trasmettere ininterrottamente informazioni sull’ operatività e lo stato degli asset consentendo un processo decisionale più rapido e affidabile. Aiutano a semplificare l’implementazione di strategie di manutenzione predittiva basate sulle condizioni degli asset stessi attraverso l’applicazione della diagnostica e del servizio remoti. Con l’uso della fibra ottica che sostituisce i cavi in rame, la tecnologia ABB consente operazioni più sicure in sottostazione, tempi di installazione più stretti e riduzione del costo totale d’impianto.

ABB ha consegnato la prima sottostazione digitale al mondo nel 2009. Da allora, ne ha fornite oltre trenta alle utility e a industrie di tutto il mondo.

1 commento

  1. Gli articoli di rinnovabili sono uno spaccato di ciò che sta cambiando nel panoramica energetico lo mondiale ma non si comprende il contesto generale. In sostanza quale è l’apporto del rinnovabili sulla produzione di energia mondiale? Qualcuno sostiene il 2%

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui