Isole Verdi, selezionati 140 progetti di sviluppo sostenibile

Il MiTE fa il punto sul bando del PNRR che assegna 200 milioni ai comuni delle piccole Isole. Obiettivo trasformarli in modelli “100% green” e auto-sufficienti.

isole verdi
Foto di milito10 da Pixabay

Il bando Isole Verdi è finanziato con le risorse dell’Investimento 3.1 del PNRR

(Rinnovabili.it) – Il bando “Isole Verdi” ha i suoi vincitori. Tredici comuni isolani che hanno presentato al Ministero della Transizione Ecologica ben 140 progetti di sviluppo sostenibile. E tra cui andranno divisi i 200 milioni di euro stanziati per l’operazione. L’iniziativa appartiene alla missione Agricoltura sostenibile ed economia circolare del Piano nazionale di ripresa e Resilienza (PNRR). Tra le diverse linee d’investimento il governo ha voluto dare spazio a progetti integrati, come per l’appunto quello delle Isole Verdi. 

leggi anche 29 isole europee inseguono l’energia pulita. Ecco a che punto sono

“La mancanza di connessione con la terra ferma, e la necessità di una maggiore efficienza energetica, oltre allo scarso approvvigionamento idrico e al complesso processo di gestione dei rifiuti, sono solo alcune delle sfide che le isole si trovano ad affrontare e che suggeriscono la necessità di un mix specifico di azioni per avvicinarsi a un modello di sviluppo sostenibile”, si legge nel PNRR. Le risorse stanziate aiuteranno le piccole Isole italiane a divenire un “laboratorio” per lo sviluppo di modelli “cento per cento green” e auto-sufficienti. 

Nel dettaglio, i 13 Comuni interessati sono l’Isola del Giglio, Capraia, Ponza, Ventotene, le Isole Tremiti, Ustica e Pantelleria, i tre comuni dell’Isola di Salina (Leni, Malfa e Santa Marina Salina), Favignana, Lampedusa e Lipari. Gli interventi selezionati dal bando riguardano soprattutto la produzione di energia da fonti rinnovabili e le risorse idriche – in particolare, dissalatori ed efficientamento delle infrastrutture. Queste proposte da sole rappresentano la maggiorare dei 140 progetti e impegneranno il 72 per cento dei finanziamenti; seguono iniziative sulla mobilità sostenibile, l’efficientamento energetico e la gestione del ciclo dei rifiuti urbani.

Leggi anche Decreto PNRR in Gazzetta: le misure urgenti su fer e clima

Articolo precedenteLa facciata a verde pensile di Villa M porta l’Amazzonia nel cuore di Parigi
Articolo successivoLa bistecca salva-foreste? È a base di proteine microbiche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui