Il 2020 dolceamaro delle rinnovabili, secondo la BP

La crescita di eolico e solare è “colossale” con i 238 GW di nuova capacità installata. E “incoraggiante” visto che è avvenuta durante lo sconquasso economico provocato dalla pandemia. Ma non è abbastanza per puntare davvero al rispetto dell’accordo di Parigi. Il bilancio dell’anno passato nello Statistical Review of World Energy 2021 della BP

Transizione ecologica: 7 miti da sfatare sulle rinnovabili
via depositphotos.com

Il balzo delle rinnovabili è del 50% maggiore dell’aumento più alto mai registrato finora

(Rinnovabili.it) – Il 2020 non ha fatto registrare quella “sterzata decisiva” sulle rinnovabili che serve per rispettare l’obiettivo meno ambizioso dell’accordo di Parigi, contenere il riscaldamento globale entro +2°C. L’anno scorso a causa della pandemia si è verificato il calo più consistente, da 75 anni a questa parte, nelle emissioni di CO2. Ma “ci sono buone probabilità che gran parte di quel calo si dimostri transitorio. Lo sostiene la BP nel suo Statistical Review of World Energy 2021.

I rallentamenti dell’economia causati dal Covid-19 hanno portato ad un calo complessivo del 4,5% nella domanda globale di energia, tirata al ribasso soprattutto dal nettissimo calo dei consumi di petrolio, che la BP quantifica in un -9,3%. Conferma anche sulla ripresa anticipata della Cina rispetto a tutti gli altri paesi, con Pechino che a fine anno ha fatto segnare +2,1% nei consumi di energia mentre quasi tutto il resto del mondo è su valori negativi. Crollo anche delle emissioni, che hanno visto una flessione del 6,3%, la più corposa dalla seconda guerra mondiale, che le ha riportate ai valori del 2011.

Leggi anche Global Carbon Budget 2020, emissioni già tornate ai livelli pre-Covid

In compenso, la BP definisce “colossale” la crescita di eolico e solare, e “incoraggiante” visto il contesto economico in cui è avvenuta. Nell’anno della pandemia sono stati toccati i 238 GW di nuova capacità installata, un balzo maggiore del 50% rispetto all’aumento più sostanzioso mai registrato finora. Il ritmo – nota la BP – è coerente con quello che il mondo dovrebbe mantenere nei prossimi anni per rendere concreto lo scenario delineato dall’azienda per la transizione verso emissioni zero.

“La capacità eolica e solare è più che raddoppiata tra il 2015 e il 2020, aumentando di circa 800 GW, il che equivale a un aumento medio annuo del 18%”, si legge nel rapporto. “Negli scenari Rapid e Net Zero di BP, la capacità eolica e solare aumentano a un tasso medio annuo di circa il 14% e il 18% rispettivamente nei prossimi 10 anni. Quindi, l’attuale ritmo di crescita è sostanzialmente in linea con questi scenari.

Leggi anche Andiamo verso un mondo 3,2°C più caldo, dice l’Emission Gap Report 2020

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui