Lazio: bando da 4,8 mln per la sostituzione caldaie

il bando è uno dei primi provvedimenti a dare attuazione al Piano Aria Pulita, presentato dalla Regione nel 2016 con l’obiettivo di aumentare gli sforzi contro l’inquinamento atmosferico.

sostituzione caldaie

 

Filtri e sostituzione caldaie, nel Lazio s’incentiva l’aria pulita

(Rinnovabili.it) – Il Lazio si prepara all’inverno puntando sull’efficienza energetica. Quella dei sistemi di riscaldamento domestici, oggetto oggi di un nuovo bando regionale. L’amministrazione ha annunciato lo stanziamento di 4,8 milioni di euro, risorse che serviranno a finanziare interventi di sostituzione delle vecchie caldaie a legna con generatori termici più efficienti e innovativi.

Il bando è uno dei primi provvedimenti a dare attuazione al Piano Aria Pulita, presentato dalla Regione nel 2016 con l’obiettivo di aumentare gli sforzi contro l’inquinamento atmosferico.

 

“Per difendere l’ambiente, – spiega il presidente della regione Nicola Zingaretti –  lo abbiamo detto tante volte, serve una reazione forte, con nuovi investimenti e un piano d’azione serio. Noi lo abbiamo messo in campo agendo su diversi fronti, che vanno dal sostegno alla mobilità sostenibile all’acquisto di nuovi bus, dal potenziamento del trasporto su ferro all’efficientamento energetico degli edifici pubblici, fino al supporto alle imprese green”.

 

Le nuove sovvenzioni saranno concesse nella forma di un contributo a fondo perduto (a copertura del 60% delle spese ammesse) per sostenere essenzialmente due tipi di interventi:

– la rottamazione e la sostituzione caldaie (quando vecchie e alimentate a biomasse legnose) con le versioni di ultima generazione a basse emissioni ed alto rendimento o impianti termici alimentati a gas (metano, GPL), anche integrati con pannelli o collettori solari termici;

– l’installazione di elettrofiltri finalizzata alla riduzione delle emissioni di particolato sottile nelle caldaie a legna.

 

>>Leggi anche Riscaldamento: Enea spiega come evitare sprechi energetici<<

 

Le domande per accedere agli incentivi potranno essere presentate – esclusivamente per via telematica  tramite la piattaforma GeCoWEBa partire dalle ore 12  del 17 ottobre 2017. Saranno ammissibili opere di sostituzione caldaie e filtri unicamente se realizzati in unità immobiliari localizzate nel territorio del Lazio. Per ciascuna unità immobiliare si potrà sovvenzionare un intervento composto da una o anche entrambe le tipologie, ma il costo totale non potrà comunque superare il valore di 10mila euro (se prevista la “sostituzione caldaie a biomassa legnosa”) e di 2.000 euro (se l’investimento prevede “installazione di elettrofiltri”).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui