Efficienza energetica… per un mondo più dolce!

Südzucker ha collaborato con ABB per ottimizzare in modo tangibile l’efficienza energetica dei processi di produzione a Longchamps.

zucchero
Credit: Humusak -Pixabay

La lavorazione dello zucchero è senz’altro uno di quei processi, caratterizzati da un elevato assorbimento di energia, per cui l’utilizzo delle tecnologie più avanzate rappresenta il modo migliore di ridurre i consumi energetici e i relativi costi, salvaguardando l’efficienza complessiva. In Belgio, uno degli stabilimenti Südzucker ha scelto di investire su un futuro più sostenibile

Lavorazione di 21.000 tonnellate al giorno

Il gruppo Südzucker è un produttore multinazionale di zucchero, amido e prodotti a base di frutta con sede in Germania. Forte dell’esperienza acquisita in oltre cento anni di storia, attualmente produce 3,7 milioni di tonnellate di zucchero all’anno nei suoi zuccherifici in Germania, Francia, Belgio, Polonia e Moldavia. 

La maggior parte delle barbabietole da zucchero arriva agli stabilimenti nei 120 giorni che vanno da ottobre a gennaio. “In questo periodo, nel nostro stabilimento di produzione di Longchamps, in Belgio, trasformiamo ogni giorno 21.000 tonnellate di barbabietole in succo di zucchero”, spiega Michel Benaets. 

Non sorprende quindi che, nel corso di questi quattro mesi, le macchine funzionino 24 ore al giorno, con un notevole consumo di energia in un periodo di tempo relativamente breve. Ed è proprio in questo periodo che occorre ottimizzare il consumo di energia e ridurre i costi.

Leggi tutto sull’Energy efficiency movement

Articolo precedenteUn milione di case europee sono alimentate a batterie solari
Articolo successivoAgronetwork, indagine sui costi della sostenibilità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui