Architettura verde, tre progetti che saranno inaugurati nel 2016

    Tre affascinanti progetti di architettura verde che stanno per essere inaugurati. Il 2016 sarà un anno fortunato per il greenbuilding!

    Architettura verde, tre progetti che saranno inaugurati nel 2016

     

    (Rinnovabili.it) – Con gli accordi della Cop 21 di Parigi è sicuro che il 2016 sarà un anno fortunato per l’architettura verde. Nell’ultimo decennio il greenbuilding è passato da settore di nicchia a una delle fette di mercato che crescono più rapidamente, creando un giro di affari davvero interessante per gli investitori. In questo anno appena iniziato assisteremo all’inaugurazione di diversi progetti di architettura verde che passeranno alla storia dell’eco-edilizia.

     

    Tre progetti di architettura verde che verranno inaugurati nel 2016

     

    Architettura verde, tre progetti che saranno inaugurati nel 2016

    Latin American Art Museum, USA, Fernando Romero

    Questo museo pensato come un intreccio di terrazze confonde galleria e contesto urbano nel Biscayne Boulevard di Miami. Interno ed esterno si mixano nei quattro piani di spazi espositivi che mettono in luce le più belle opere d’arte latino-americana.

     

    Architettura verde, tre progetti che saranno inaugurati nel 2016

    West 57th, USA, BIG

    La torre newyorchese del famosissimo studio di architetti danesi BIG avrà un’insolita forma triangolare e sarà punteggiata da terrazze per permettere un contatto costante tra uomo e vegetazione. La forma triangolare permetterà a tutti gli ambienti di essere illuminati dalla radiazione solare, abbassando i consumi per l’illuminazione artificiale. Una corte centrale completa l’opera, creando un giardino privato all’interno della costruzione, nel quale gli inquilini potranno rilassarsi mentre le piante purificano l’aria della Grande Mela.

     

    Architettura verde, tre progetti che saranno inaugurati nel 2016

    Museo d’Arte Pingtan, Cina, MAD studio

    Come una candida isola questo museo fluttuante sarà raggiungibile tramite un ponte che lo collega alla provincia cinese Fujian. questo spazio prima di essere un museo è pensato come un luogo pubblico, dove incontrarsi e passeggiare guardando la città da un’altra prospettiva. I materiali locali saranno i protagonisti di questa isola nella città di Pingtan, che cresce velocemente insieme all’economia cinese. Il museo sarà grande 40.000 metri quadrati e diventerà il più grande spazio espositivo asiatico.

     

    1 commento

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui