Energia: Scoccimarro, in assestamento provvedimento parchi fotovoltaici

L’assessore annuncia che “è già in fase di sviluppo finale una norma che definisce la disciplina transitoria per l’installazione di nuovi impianti fotovoltaici a terra in zone agricole”

nuovo record fotovoltaico
via depositphotos.com

Il tema non può essere slegato dall’orientamento adottato a livello nazionale

Trieste, 6 ott – “Il provvedimento normativo regionale che regolerà lo sviluppo dei parchi fotovoltaici su terreni agricoli non può essere slegato dall’orientamento adottato a livello nazionale. Dato che tale tema sarà affrontato domani dalla Conferenza unificata Stato-Regioni sarebbe stato assurdo da parte della Giunta e del Consiglio regionale esprimersi oggi su un argomento così delicato e di grande impatto per il Friuli Venezia Giulia, che sarà affrontato non appena sarà stata definita la linea nazionale”.

Lo ha detto l’assessore regionale all’Energia, Fabio Scoccimarro, a margine dei lavori del Consiglio regionale inerenti la discussione sulla Proposta di legge avanzata in materia dall’opposizione, poi rinviata, evidenziando che “è già in fase di sviluppo finale una norma che definisce la disciplina transitoria per l’installazione di nuovi impianti fotovoltaici a terra in zone agricole, nelle more dell’individuazione di superfici e aree idonee per l’installazione di impianti da fonti energetiche rinnovabili. Se da una parte occorre rispettare gli impegni e le normative comunitarie e statali che spingono alla produzione di energia da fonti rinnovabili per ridurre la dipendenza della società dalle fonti fossili, dall’altra ci sono beni e qualità ambientali e agricole che vanno tutelati”.

Scoccimarro ha quindi rimarcato che “il provvedimento, che sarà inserito all’interno del prossimo Assestamento di bilancio, verrà adottato dalla Giunta non appena resi noti alla Regione gli esiti della Conferenza e poi sarà sottoposto al Consiglio, dove auspico venga accolto da un’ampia convergenza politica e istituzionale. Quest’atto consentirà di disciplinare la localizzazione degli impianti fotovoltaici di potenza superiore a un megawatt localizzati nelle zone agricole e forestali, nel rispetto degli obiettivi del Piano paesaggistico regionale. I progetti in questo ambito dovranno quindi rispettare determinate condizioni poste a salvaguardia del patrimonio ambientale e paesaggistico e la norma contemplerà anche l’individuazione di aree non idonee ad ospitare impianti fotovoltaici a terra”. ARC/MA/gg

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui