La BEI finanzia l’acqua della Tanzania con 105 mln di euro

Grazie all’aiuto della BEI la Tanzania renderà presto l’acqua più accessibile e pulita facilitandone il consumo alla popolazione del sud del lago Vittoria

Acqua(Rinnovabili.it) – Acqua e servizi igienici sono al centro del nuovo finanziamento del valore di 105 milioni di euro della Bei, che in Tanzania vuole supportare la realizzazione di nuove infrastrutture idriche che garantiscano maggiore disponibilità della risorsa.

Proprio oggi durante un incontro tenutosi nel paese africano la Banca Europea per gli Investimenti ha accordato il nuovo programma di aiuti decidendo di intervenire per migliorare le condizioni idriche delle sponde meridionali del lago Vittoria per garantire un approccio sostenibile e sicuro alla risorsa a circa 500.000 abitanti di Mwanza, Bukoba e Musoma.

 

“L’acqua pulita è essenziale per la sopravvivenza e questo progetto migliorerà la salute e trasformerà la qualità della vita di centinaia di migliaia di tanzaniani che vivono lungo il Lago Vittoria. La Banca europea per gli investimenti è impegnata a sostenere gli investimenti cruciali in settori quali l’acqua e i servizi igienico-sanitari in tutto il mondo ed è lieta di lavorare a fianco di partner Agence Française de Développement, AFD e l’UE attraverso il Fondo fiduciario per le infrastrutture dell’UE-Africa, così come il governo della Tanzania”, ha dichiarato Pim van Ballekom, Vice Presidente della Banca europea per gli investimenti.

“Mentre risponde alle esigenze dei cittadini, il progetto sostiene anche la realizzazione degli Obiettivi di sviluppo del Millennio e contribuisce alla gestione integrata delle risorse idriche, che è l’obiettivo fondamentale della politica delle acque dell’Unione europea.” ha detto Filiberto Ceriani Sebregondi, ambasciatore dell’Unione europea in Tanzania.

Una volta completata l’iniziativa porterà il 95% della popolazione della città di Mwanza avrà accesso ad acqua potabile pulita e gli abitanti della città potranno beneficiare di una maggiore igiene. Il progetto di trasformazione avrà inoltre anche il merito di creare centinaia di nuovi  posti di lavoro, sia in fase di attuazione del progetto che una volta completato, nel 2019.