Sostenibilità, Schneider Electric raggiunge 7,7 su 10 nel SSI 2019

Operante in più di 100 paesi del mondo, Schneider Electric ha centrato con un anno di anticipo 10 obiettivi di sostenibilità. Nel 2020 il Gruppo si concentrerà sui 6 obiettivi che restano da completare, con l’obiettivo di arrivare a 9 punti su 10 nella classifica SSI

Schneider Electric
Foto di Gerd Altmann da Pixabay

Schneider Electric: il Gruppo segna ottimi risultati nell’Indice di Sostenibilità del 2019. Il merito va ai provvedimenti e alle iniziative concordate, anche, con partner e fornitori

(Rinnovabili.it) – In prima linea per quanto riguarda la trasformazione digitale della gestione dell’energia e dell’automazione nelle abitazioni, negli edifici, nei data center, nelle infrastrutture e nelle industrie, Schneider Electric conferma la leadership in tema di Sostenibilità, raggiungendo 7,77 punti su 10 nel proprio Indice di Sostenibilità (SSI) nel 2019.

L’azienda, presente oggi in oltre 100 paesi del mondo, è stata premiata a seguito di un’accurata verifica da parte di un revisore esterno indipendente, che ne ha appurato l’impegno sia dal punto di vista dello sviluppo che dell’equità sociale e dell’economia circolare

Leggi anche: “Zero emissioni al 2025, l’obiettivo sfidante di Schneider Electric”

Nel 2019, giusto per fare un esempio, il 55,2% delle vendite è stato realizzato nell’ambito del nuovo programma Green Premium che include prodotti a basso impatto ambientale. Gli obiettivi principali del programma riguardano la conformità dei prodotti alle normative, l’estensione dei campi di applicazione al fine di includere nuovi servizi e soluzioni, la fornitura di ulteriori informazioni sulle caratteristiche di impatto ambientale nella scheda tecnica dei prodotti disponibile online e lo sviluppo della customer story, utile a dimostrare il valore che Green Premium offre ai clienti.

Non solo: Schneider Electric ha anche dimostrato d’aver compiuto progressi significativi per affrontare in modo sistematico le disparità di genere nelle retribuzioni. Alla fine del 2019, il 99% dei dipendenti lavorava in un paese in cui era in corso il programma per la parità retributiva di genere ed il processo di pay equity completamente integrato nella revisione annuale degli stipendi globali.

Per quanto riguarda invece l’impegno dell’azienda sotto il punto di vista climatico, vanno evidenziati l’ambizione di ridurre del 10% l’impatto in termini di CO2 dei trasporti nel 2020 rispetto al 2017 – raggiunto, in parte, attraverso la riduzione dell’impatto del trasporto aereo – e la collaborazione di Schneider Electric con gli spedizionieri del Gruppo per ridurre le emissioni di CO2 attraverso l’ottimizzazione dei trasporti e la sperimentazione di nuove tecnologie a basso impatto come veicoli elettrici e ibridi.

Stiamo raccogliendo ora i frutti degli impegni assunti due anni fa”, ha commentato Gilles Vermot Desroches, Sustainability Senior VP di Schneider Electric. “Il report ‘Schneider Sustainability Impact’,  dimostra come siano possibili cambiamenti rapidi e significativi, per un mondo più sostenibile, su temi diversi e complessi come il clima, l’economia circolare, la salute e l’equità, l’etica e lo sviluppo. Sono stato colpito dall’impegno dei nostri team e dei nostri partner in tutto il mondo nel contribuire ai nostri obiettivi comuni e sono fiducioso di essere sulla buona strada, specialmente perché questi sforzi collettivi sono stati validati da esperti esterni. Quest’anno sarà fondamentale per noi mentre ci spingiamo a raggiungere un obiettivo ambizioso ed invitiamo tutti gli interessati ad aiutarci a definire nuovi programmi per gli obiettivi Schneider Sustainability Impact 2021-2025, in linea con le direttive di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite”.

Leggi anche: “Ecco la strategia industriale europea, per un’Europa più verde e digitale”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui