Eolico e biomassa: sovvenzionati dal governo Uk 8 progetti

Grazie al nuovo finanziamento Uk, eolico e biomassa contribuiranno ad aumentare la percentuale green nel mix nazionale di produzione

eolico e biomassa(Rinnovabili.it) – Sono ben 8 i nuovi progetti tra eolico e biomassa ad avere ricevuto il sostegno del governo britannico equivalente a 12 miliardi di sterline. Dalla realizzazione degli impianti, hanno fatto sapere, si otterrà energia pulita sufficiente ad alimentare milioni di abitazioni senza emettere inquinanti.

Cinque degli otto progetti saranno parchi eolici offshore, in grado di creare, insieme alle centrali a biomassa, 8.500 posti di lavoro e aggiungere alla capacità energetica nazionale 4,5 GW di nuova potenza, abbastanza da rappresentare il 4% della intera capacità produttiva del paese e in grado di produrre energia per i bisogni di 3 milioni di abitazioni. Combinate le nuove centrali dovrebbero riuscire a far scendere le bollette dei consumatori Uk entro il 2020 e contribuendo ad abbassare la produzione di inquinanti di 10 MtCO2 all’anno.

 

L’annuncio del sostegno governativo ai nuovi impianti è stato pubblicamente commentato dal Segretario all’energia e al clima Ed Davey che ha affermato “Questi contratti per i grandi progetti di energia elettrica rinnovabile segnano una nuova tappa nel boom degli investimenti nell’energia verde della Gran Bretagna. Con essi si porteranno posti di lavoro verdi e la crescita di tutto il Regno Unito, e rappresentano una parte importante dei nostri sforzi per dare alla Gran Bretagna energia più pulita e più sicura. Questi sono i primi investimenti rientranti nelle nostre riforme per costruire il primo mercato di elettricità a basso rilascio di carbonio del mondo” ha concluso.

I progetti includono anche l’estensione di parchi eolici già esistenti, che vedranno maggiorato il numero di turbine funzionanti e di conseguenza aumentata la produzione di elettricità.

I gruppi verdi hanno accolto con favore gli accordi, ma hanno invitato il governo a fare di più per la crescita e la diffusione delle energie rinnovabili, cercando di offrire maggiore chiarezza all’industria energetica soprattutto perché il paese ha bisogno di un numero decisamente più elevato di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili rispetto a quanto presente e a quanto progettato.

Alasdair Cameron, attivista di Friends of the Earth, ha dichiarato: “Il governo deve dare priorità alla riduzione degli sprechi di energia, aumentare ulteriormente l’energia rinnovabile e abbandonare la sua spericolata ricerca di fracking – che è sporco, impopolare e non fornirà alcun aiuto per anni.”