BlackRock contro Big Oil, il gigante degli investimenti avvisa la BP

A febbraio BlackRock aveva annunciato che avrebbe spinto le aziende fossili in cui ha investito verso strategie per la transizione più ambiziose. Adesso alle parole seguono i fatti

Big Oil: il più grande fondo d’investimenti al mondo lancia un avviso alla BP
Foto di Nattanan Kanchanaprat da Pixabay

Il più grande fondo d’investimenti al mondo manda un avviso alle Big Oil

(Rinnovabili.it) – La “tempesta perfetta” contro le Big Oil non accenna a placarsi. Dopo la sentenza contro Shell, con cui un tribunale ha imposto alla compagnia anglo-olandese di tagliare le sue emissioni del 45% entro il 2030, arriva il turno di BP. Per la British Petroleum si tratta di un ostacolo interno, e non di poco conto. Il suo maggiore azionista, cioè BlackRock, il fondo d’investimenti più grande al mondo, si è schierato contro il board della compagnia e ha chiesto un’azione climatica più decisa.

BlackRock ha sostenuto una risoluzione degli azionisti di BP avanzata dal gruppo di attivisti Follow This, che chiedeva alla società di fissare obiettivi climatici più ambiziosi. Nello specifico, l’ong chiedeva che l’azienda rivedesse i suoi piani per arrivare alla neutralità climatica entro il 2050, con un obiettivo intermedio al 2030 pari a un taglio della produzione di petrolio del 40%.

Leggi anche La sentenza sul clima in Olanda, Shell deve tagliare il 45% della CO2 al 2030

La mozione di Follow This non è passata, ma ha raccolto comunque il 20% dei voti. E non sarebbe un risultato degno di nota se, appunto, non ci fosse BlackRock a supportarlo. Il fondo d’investimento ha fatto sapere che ha intenzione di appoggiare altre mozioni del genere per aggiungere pressione al board – non solo di BP, ma anche di altre Big Oil – e indurre le aziende ad adottare piani climatici più ambiziosi. BlackRock ha spiegato in una nota che hanno appoggiato Follow This “perché lo vediamo come un mezzo per ribadire la nostra aspettativa che BP raffini progressivamente i suoi obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra”.

Il peso specifico di BlackRock in BP è pari al 6,8%. Ma le decisioni del maggior fondi d’investimenti del mondo, che gestisce un portfolio da 9mila miliardi di dollari, sono capaci di causare dei veri e propri terremoti, spingendo altri investitori a mettersi in scia. BlackRock può fare da apripista. E intende farlo.

Leggi anche Il colosso degli investimenti Blackrock fa sul serio sulla finanza sostenibile

Il numero 1 di BlackRock, Larry Fink, in una lettera che risale a febbraio, metteva in chiaro la svolta del fondo verso la finanza sostenibile e metteva nero su bianco cosa si aspettava dalle aziende in cui BlackRock ha investito. Tutte queste compagnie dovrebbero rendere pubblici i dati sulle emissioni legate alle loro attività. Nello specifico quelle di Scope 1 e 2, quindi le emissioni direttamente collegate alle operazioni e quelle che scaturiscono dall’energia che comprano. Ma non solo: il colosso finanziario si aspetta anche che le compagnie fossili preparino piani adeguati per la riduzione delle emissioni di gas serra, e che stilino una roadmap verso la neutralità di carbonio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui