IRENA: l’ADFD presterà altri 105mln per nuovi progetti di energia rinnovabile in tutto il mondo

Il Fondo per lo sviluppo di Abu Dhabi stanzia ulteriori 105 milioni di dollari. I prestiti saranno concessi a otto paesi in via di sviluppo per l’implementazione di progetti legati all’energia rinnovabile

energia rinnovabile
By International Renewable Energy Agency – International Renewable Energy Agency, CC BY-SA 4.0, Link

Il Fondo per lo sviluppo di Abu Dhabi mette sul tavolo altri 105 milioni destinati a vari progetti legati all’energia rinnovabile

(Rinnovabili.it) – In scena ad Abu Dhabi dall’11 al 12 gennaio 2020, la 10° Assemblea di IRENA, principale agenzia internazionale per la trasformazione energetica, ha richiamato negli Emirati Arabi Uniti oltre 1500 delegati in rappresentanza di 150 Paesi. Tema centrale è stato ovviamente quello della transizione energetica alle fonti rinnovabili e, quindi, le sfide che attendono l’intero settore nel prossimo futuro “Mancano dieci anni per adempiere all’impegno stabilito nell’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile”, ha osservato il direttore generale di IRENA Francesco La Camera aprendo l’assemblea. “Questo periodo sarà anche decisivo per la capacità di mantenere la linea sull’aumento delle temperature globali. Il passaggio a sistemi di energia pulita è al centro di questi programmi globali. E l’energia rinnovabile gioca sempre più un ruolo importante nello sviluppo nazionale e nelle strategie climatiche.

Leggi anche: “IRENA: come integrare alte quote di fer variabili nel sistema elettrico”

 

Secondo l’Agenzia, per una trasformazione globale dell’energia in direzione degli obiettivi di sviluppo sostenibile e, quindi, della sicurezza climatica, la quota di energie rinnovabili nel potere globale dovrebbe più che raddoppiare entro il 2030. Nel dettaglio, gli investimenti annuali nelle energie rinnovabili dovranno passare dai circa 330 miliardi di dollari di oggi a quasi 750 miliardi entro la fine del decennio. Numeri ottenibili solo “reindirizzando gli investimenti pianificati sui combustibili fossili”, nei quali rientrano anche i circa 10mila miliardi di dollari di investimenti energetici non rinnovabili già previsti per il 2030. 

 

Sembrerebbe muoversi in questa direzione il Fondo per lo sviluppo di Abu Dhabi (ADFD), che ha confermato l’allocazione di ulteriori 105 milioni di dollari americani per otto progetti di energia rinnovabile nell’ambito del settimo ciclo della sua partnership con IRENA. Dalla prima selezione del ciclo di progetti nel 2014, ADFD ha finanziato infatti un totale di 32 progetti di energia rinnovabile in tutto il mondo, coprendo fino al 50% dei costi totali del progetto.
Forte di un finanziamento cumulativo di 350 milioni, il Progetto IRENA/ADFD  sosterrà 8 paesi in via di sviluppo (Antigua e Barbuda, Burkina Faso, Ciad, Cuba, Maldive, Nepal, Santa Lucia e Saint Vincent) assicurando capitali a basso costo per progetti di energia rinnovabile, per aumentare l’accesso all’energia, migliorare i mezzi di sussistenza e promuovere lo sviluppo sostenibile sul campo. “I livelli record di finanziamenti annunciati in questo ciclo della struttura non solo supporteranno gli otto paesi scelti nella loro ricerca di piani energetici e climatici, ma promuoveranno anche le ambizioni globali per costruire un futuro sostenibile”, ha aggiunto La Camera.

 

I nuovi progetti rinnovabili

Antigua e Barbuda: una centrale ibrida da 8 MW (solare ed eolica) riceverà un investimento ADFD di 15 milioni di dollari. Si prevede che il progetto andrà a beneficio di 5.500 famiglie e consentirà notevoli riduzioni nell’importazione di combustibili fossili. 

Burkina Faso: prestito ADFD di 5,5 milioni di dollari per la costruzione di un impianto fotovoltaico da 3 MW nel paese. Il progetto dovrebbe estendere l’elettricità a circa 40.000 persone nelle aree rurali.

Ciad: l’ADFD presterà 15 milioni di dollari per la costruzione di una centrale solare da 6 MW. Il progetto dovrebbe beneficiare oltre 215.000 persone in sei città. 

Cuba: 20 milioni di dollari in prestito per l’installazione di 8,5 MW di capacità solare fotovoltaica, supportato con 2 MW di accumulo di energia, a Isla de la Juventud. Il progetto – si stima –  andrà a beneficio di circa 32.300 persone. 

Maldive: prestito ADFD di 14 milioni di dollari per la realizzazione di un impianto di termovalorizzazione nella città di Addu. Il progetto di energia rinnovabile da 1,5 MW utilizzerà i rifiuti nella generazione di elettricità e ridurrà la dipendenza dal combustibile importato. 

Nepal: 10 milioni per sostenere un totale di 20 “digestori” che serviranno come unità dimostrative a 270 comuni. I digestori convertiranno i rifiuti organici in biogas e compenseranno l’uso di combustibili fossili.

Saint Lucia: 15 milioni destinati alla centrale solare di Troumassee e all’installazione di nuovi sistemi di energia solare nel paese. 

Saint Vincent e Grenadine: 10 milioni di dollari in prestito per l’installazione di un progetto solare fotovoltaico da 7 MW che andrà a beneficio di 2.444 famiglie. 

Leggi anche: “Quattro innovazioni tecnologiche che trasformeranno l’energia”

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui