Investimenti nelle rinnovabili, a misurali sarà il Climatoscope Index

Un nuovo indice d’investimento globale sostenuto dal Fondo multilaterale di investimento misurerà e classificare il clima degli investimenti

Investimenti nelle rinnovabili, a misurali sarà il Climatoscope Index(Rinnovabili.it) – E’ stato battezzato Climatescope Index, ed è il nuovo indice finanziario globale ideato dal Fondo multilaterale (MIF) per misurare e classificare gli investimenti nelle rinnovabili a livello mondiale. Realizzato grazie al lavoro degli analisti di Bloomberg New Energy Finance, il Climatescope Index nasce con l’obiettivo di incoraggiare i governi del Sud del Mondo a riformare le normative più obsolete ed a rilanciare gli investimenti del settore privato, fornendo informazioni chiare ed affidabili. Nel dettaglio l’indice si occuperà di esaminare le politiche governative e il livello degli investimenti nell’energia pulita in 55 paesi di Africa, Asia e America Latina. “La crescita economica e i posti di lavoro che vengono con essa offrono il miglior percorso per uscire dalla povertà. Eppure, in molti paesi in via di sviluppo la mancanza di sicurezza energetica agisce come un freno alla crescita”, spiega Justine Greening, Segretario per lo Sviluppo Internazionale del Regno Unito. “Gli investitori hanno parlato chiaro: hanno il capitale, ma hanno bisogno di informazioni affidabili per decidere dove e come investire. Questo indice fornirà queste risposte, contribuendo a guidare gli investimenti in nuove aree e garantire così un approvvigionamento energetico stabile per milioni di poveri a livello mondiale”.

 

“Siamo lieti di continuare ed espandere l’importante lavoro che abbiamo iniziato con la MIF di due anni fa“, ha aggiunto Michael Liebreich, CEO di Bloomberg New Energy Finance. “Grazie al sostegno supplementare del Regno Unito e degli Stati Uniti, aumenteremo l’attività in altre nazioni in via di sviluppo dove gli investitori vogliono mettere capitali, ma  mancano informazioni per prendere decisioni importanti. Questo progetto contribuirà a colmare un gap di conoscenza che ha rallentato fino ad oggi gli investimenti privati”.