Se i grandi investitori decidono di “decarbonizzare” il portafoglio

Cresce l’impegno della Portfolio Decarbonization Coalition, portando l’Asset under management a quota 230 miliardi di dollari

Se i grandi investitori decidono di "decarbonizzare" il portafoglio

 

(Rinnovabili.it) – Sotto l’egida dell’ONU è stata recentemente costituita la PDC – Portfolio Decarbonization Coalition. Si tratta di un’iniziativa multi-stakeholder che mira a contribuire alla causa climatica attraverso la mobilitazione di una massa critica di investitori istituzionali impegnati, a poco a poco, a decarbonizzare i loro portafogli.

Ai 23 membri della coalizione si sono uniti ieri altri tre grandi nomi – Hermes Investment Management della Gran Bretagna, MN Services dei Paesi bassi e la francese Caisse des Dépôts affidata a BNP Paribas – portando così l’Asset under management (AUM) a quota 230 miliardi di dollari. Ben 130 miliardi in più rispetto all’obiettivo con cui la PDC era nata.

 

“Il successo del PDC  – ha commentato il Direttore Esecutivo dell’UNEP, Achim Steiner  – è un chiaro segnale che sempre più investitori leader stanno riconoscendo il rischio intrinseco che il cambiamento climatico rappresenta per i loro portafogli. Allineandosi con un’economia a basse emissioni di carbonio, [i membri della Coalizione] stanno giocando un ruolo chiave nell’azione per il clima che il mondo sta attendendo. Il superamento dell’obiettivo di 100 miliardi di dollari è una tappa significativa, e spero che la leadership dei membri della coalizione ispiri altri investitori ad unirsi a questo grande sforzo”.

 

Fondata lo scorso anno e lanciata formalmente dal Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon in occasione del vertice sul clima, la Portfolio Decarbonization Coalition opera su diversi fronti. I membri si impegnano a spostare il capitale da aziende, progetti e tecnologie da qualsiasi settore ad alta intensità di carbonio e reinvestendolo in società, progetti e tecnologie dello stesso settore ma più ecofriendly. Paul Dickinson, Presidente Esecutivo del CDP (ex Carbon Disclosure Project) ha aggiunto “Abbiamo raggiunto un punto di svolta nel modo in cui gli investitori vedono gli effetti del cambiamento climatico, che viene confermato dalla crescita del PDC. Il ruolo degli investitori diventerà sempre più critico man mano che le discussioni avanzano avanzeranno all’interno della COP21 verso un accordo vincolante”. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui