LIFE 2017: l’UE stanzia 222 mln per economia circolare e lotta climatica

La Commissione europea ha approvato un  nuovo pacchetto di investimenti dal bilancio UE, a titolo del programma LIFE per l’ambiente e l’azione per il clima

life 2017

 

 Programma LIFE 2017: 31 progetti sono italiani

(Rinnovabili.it) – L’Unione europea apre il portafogli per finanziare nuovi progetti ambientali E lo fa attraverso il programma LIFE, lo strumento finanziario che dal 1992 supporta le azioni di conservazione della natura e di contrasto dei cambiamenti climatici. La Commissione Europea ha annunciato oggi la quarta tranche di investimenti del programma: un pacchetto da 222 milioni di euro da destinare a 139 nuovi progetti in 20 Stati membri. Le risorse serviranno da leva economica per raggiungere un totale di investimenti vicino agli 380 milioni.

 

“Il programma LIFE, inaugurato 25 anni fa, continua a investire in progetti innovativi con grande valore aggiunto per le persone, le imprese e la natura”, ha commentato Karmenu Vella, Commissario responsabile per l’Ambiente a margine dell’approvazione del pacchetto finanziario – Sono lieto di constatare che il programma trasforma tecnologie precommerciali in nuove imprese verdi”.

 

In questo quarto di secolo, LIFE si è evoluto adattandosi alle nuove sfide comunitarie. Per questo motivo una delle linee di investimento premierà i progetti in grado di aiutare gli Stati membri nella transizione verso un’economia più circolare, come ad esempio con la fabbricazione, nei Paesi Bassi, di bioprodotti a partire da fanghi o con l’applicazione di un nuovo trattamento biologico per eliminare i pesticidi e i nitrati dall’acqua nella Spagna meridionale.

 

>>Leggi anche Pacchetto Economia Circolare, ecco le nuove misure UE<<

 

“Con un modico peso per le finanze pubbliche, – ha spiegato  Miguel Arias Cañete, Commissario per l’Azione per il clima – questi progetti fungono da catalizzatori per sbloccare finanziamenti privati destinati a proteggere l’ambiente, lottare contro i cambiamenti climatici e fornire energia più pulita ai cittadini”.

 

Dei 139 progetti finanziati, ben 31 sono italiani, per un totale di risorse allocate pari a 83 milioni di euro. Si va dalla sperimentazione di un prototipo per convertire in modo economicamente efficiente le autovetture a benzina in veicoli ibridi, ad un progetto di ripristino delle dune costiere dell’Adriatico settentrionale, dalla sperimentazione di servizi di mobilità integrata in Toscana alla produzione di energia dai rifiuti alimentari, passando per la promozione di corsie ciclabili e turismo sostenibile nella rete Natura 2000 e per l’organizzazione di feste e manifestazioni più ecologici.

Articolo precedenteBiomimetica: fare economia circolare imitando la natura
Articolo successivoBruxelles accusata di abuso di potere sugli interferenti endocrini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui