Brooklyn Tower, il riutilizzo adattivo del primo grattacielo fuori Manhattan

Il primo grattacielo del distretto, la Brooklyn Tower, si sposa con l’edificio storico del 1908, unendo il rispetto per il passato all’audacia del futuro

brooklyn-tower
credits: thebrooklyntower.com

La Brooklyn Bank ha raggiunto i 1.066 piedi (circa 325 mt)

(Rinnovabili.it) – Se stai cercando casa oltreoceano, devi sapere che si sono aperte le vendite per gli appartamenti della Brooklyn Tower, il primo edificio “super tall” ad essere costruito fuori Manhattan.

Progettato dagli architetti di ShoP e costruito dalla JDS Development Group, il grattacielo raggiunge circa 325 metri per 93 piani.

Per lo più la torre sarà occupata da appartamenti di lusso, ma come da regolamento comunale, una percentuale di residenze sarà venduto a canone agevolato. Ad esclusione degli attici, di cui non si conoscono i prezzi, gli appartamenti più grandi avranno un costo che oscilla tra i 790mila euro e i 7 milioni di euro. Nonostante i prezzi siano fuori mercato per i più, la richiesta di questo genere di appartamenti di lusso e spaziosi, è cresciuta molto nell’ultimo anno. A confermarlo è il New York Times che in una recente ricerca ha evidenziato la correlazione tra il desiderio di maggiore spazio abitativo dopo il lockdown e l’aumento delle vendite dei super appartamenti.

Leggi anche Affirmation Tower, il primo grattacielo di New York progettato da un architetto afroamericano

Paradossalmente i 25mila dollari al metro quadro della Brooklyn Tower sono decisamente più convenienti degli appartamenti in Manhattan dove i prezzi si alzano anche del 150%.

Un progetto di riutilizzo adattivo

Render inserimento Brooklyn Tower by SHoP credits:video thebrooklyntower.com

Al di la dei costi, la Brooklyn Tower rappresenta un esempio di riutilizzo adattivo di grande effetto. Il grattacielo ha dovuto scontrarsi con il retaggio della magnifica Dime Savings Bank del 1908 già parte dei monumenti di New York. La torre sorge sullo stesso isolato della ex banca ed è dalle forme esagonali della struttura storica che trae ispirazione. L’atrio della banca è stato restaurato e trasformato in uno spazio commerciale a disposizione del quartiere. L’accesso al grattacielo sarà monumentale, grazie alle colonne ioniche della Banca.

Materiali che evocano senza imitare

Una delle particolarità della Brooklyn Tower è il rivestimento esterno. La facciata è composta da elementi scultorei in acciaio, nero rame e bronzo. Colori che evocano l’ex Saving Bank, coniugandoli però con una tecnologia pioneristica, per creare un dialogo tra passato e futuro.

A completare il nuovo grattacielo di Brooklyn una serie di piscine a piano terra, la terrazza panoramica Sky Deck con campo da basket al 66° piano e lo Sky Lounge all’85° piano per godersi un cocktail circondati dal panorama mozzafiato di New York.

Guarda la galleria immagini qui.

Articolo precedenteNuovi sistemi per lo sfruttamento dell’energia geotermica: i “closed loop cycles”
Articolo successivoFER2, Coordinamento FREE: “non ci siamo”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui