Le prime case plastic-free d’Europa sono ora realtà in UK

Dopo un anno di lavoro sono complete le 12 case plastic-free costruite dalla GreenSquareAccord per città di Redditch, a basso impatto e ridotti consumi

case plastic free
Le Case plastic-free – credits: GreenAccordSquare

Il progetto ha ottenuto un finanziamento dall’UE di oltre 900mila euro

(Rinnovabili.it) – Nella contea inglese del Worcestershire, precisamente a Redditch, sono state completate le prime 12 case plastic-free d’Europa. L’intervento è stato eseguito dalla GreenSquareAccord, impresa di costruzione impegnata nella realizzazione di alloggi a prezzi accessibili. In un anno un ex parcheggio della cittadina si è trasformato in un quartiere residenziale composto da case dove la plastica non è la benvenuta.

Nonostante non sia il primo materiale a venire in mente quando si pensa alla costruzione di un immobile, la plastica è presente in moltissimi piccoli e grandi dettagli, dalle finiture agli infissi.

Abbiamo reinventato ciò che serve per costruire una casa rimuovendo praticamente tutti gli elementi in plastica dall’edificio e sostituendoli con materiali non plastici. Sebbene impegnativo, questo progetto dimostra ciò che è possibile e stabilisce una nuova soglia nel settore dell’edilizia sostenibile. Il nostro obiettivo è che questo progetto influenzi gli altri ad abbracciare il nostro approccio e rimuovere gli elementi in plastica dalle loro costruzioni, contribuendo a creare un settore edile più sostenibile”, ha commentato Carl Taylor, Assistant Director of New Business di GreenSquareAccord.

leggi anche Le alternative alla plastica: ecco i materiali che premiano l’ecologia

Case plastic-free e a basso consumo

Per raggiungere l’ambizioso obiettivo zero plastica, i costruttori della GreenSquareAccord hanno utilizzato pannelli in legno certificato a basse emissioni di carbonio, provenienti dal vicino stabilimento dell’azienda stessa. Finiture di pregio e soluzioni di arredo e deisign alternative alla plastica, come le cucine in legno, gli infissi in alluminio, cablaggio ed isolamento a base minerale. Persino le vernici sono a base di grafite e calcare piuttosto che acriliche. Destinate ad una fascia di reddito medio bassa, le 12 abitazioni sono inoltre dotate di pannelli fotovoltaici e solare termico per la produzione elettrica e di acqua calda, in modo da ridurre i consumi in bolletta ed il peso verso l’ambiente.

Leggi anche Se le città fossero fatte di case in legno risparmieremmo 100 Gt di CO2 entro il 2100

Il progetto da 1,6 milioni di euro ha ricevuto un finanziamento dell’UE di 967.000 euro grazie al programma Interreg North West Europe, consentendo alla GreenSquareAccord di trasferire la ricerca a scala reale e costruire concretamente le prime case plastic-free d’Europa.

Articolo precedenteAddio HFC: anche gli Usa dicono basta agli idrofluorocarburi, potenti gas serra
Articolo successivoItaliani secondi al mondo per consumo di acqua in bottiglia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui