Commissione e BEI lanciano due modelli finanziari per favorire l’efficienza energetica negli edifici

Due nuovi strumenti finanziari da seguire per combinare prestiti e sovvenzioni legati agli investimenti nell’efficienza energetica degli edifici e nello sviluppo territoriale sostenibile.

Efficienza energetica edifici
credits: BEI

I due modelli andranno a sostegno delle iniziative REPowerEU e New European Bauhaus.

(Rinnovabili.it) – La Commissione Europea e la BEI hanno unito le forze per mettere a punto due nuovi modelli finanziari replicabili utili a velocizzare la transizione green del comparto immobiliare, favorendo gli investimenti nell’efficienza energetica degli edifici e nella rigenerazione territoriale.

L’annuncio è stato dato a Bruxelles dalla Commissaria UE per la Coesione e le Riforme, Elisa Ferreira e Lilyana Pavlova, Vicepresidente BEI. Gli strumenti finanziari proposti dal progetto andranno a supportare le iniziative REPowerEU e New European Bauhaus.

Oltre a offrire una guida pratica a disposizione delle Banche e delle autorità preposte alla gestione dei fondi UE, i modelli forniranno opzioni su come combinare sovvenzioni UE e prestiti a condizioni favorevoli. Il tutto con l’obiettivo di finanziare investimenti a sostegno dell’efficienza energetica degli edifici e dello sviluppo territoriale.

La BEI è impegnata a rafforzare il suo sostegno al settore energetico europeo attraverso le sue attività di prestito, gestione dei fondi e consulenza”, ha affermato Lilyana Pavlova. “Riteniamo che questo pacchetto combinato di sostegno possa svolgere un ruolo cruciale nell’accelerare la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio. Si spera che questi modelli possano ispirare più autorità di gestione e altre parti interessate a fare più uso degli strumenti finanziari e raddoppieremo i nostri sforzi per garantire che i finanziamenti necessari siano disponibili per raggiungere sia gli obiettivi a lungo termine dell’UE per ridurre le emissioni di carbonio, sia l’immediato deve rafforzare la nostra resilienza energetica”.

Nuovi modelli in aiuto all’efficientamento

Gli strumenti finanziari proposti dal progetto sono stati sviluppati congiuntamente nell’ambito di fi-compass, un mandato consultivo gestito dai Servizi si consulenza della BEI e dalla Commissione Europea. In più occasioni, questi strumenti, hanno dimostrato di essere un valido aiuto per aumentare gli investimenti per le ristrutturazioni degli edifici, per ridurre le emissioni, per combattere la povertà energetica e migliorare la qualità della vita.

Questo perchè i modelli offrono un percorso per sfruttare i fondi disponibili attraverso il bilancio UE e il cofinanziamento della BEI, mobilitando risorse aggiuntive da Banche ed investitori privati.

Maggiori investimenti per raggiungere gli obiettivi del Green Deal

Per raggiungere i nostri obiettivi di efficienza energetica e climatica, dobbiamo mobilitare gli investimenti privati. Questi nuovi modelli di strumenti finanziari sono un altro esempio del contributo della politica di coesione al Green Deal europeo. La combinazione di sovvenzioni e prestiti in questi modelli può far leva su tali investimenti e incoraggiare rinnovamenti più profondi e uno sviluppo territoriale più sostenibile, inclusivo ed estetico. Invito gli Stati membri e le autorità di gestione a fare uso di questi modelli”. Ha concluso la Commissaria Elisa Ferreira.

Leggi anche Riqualificazione alberghi: in arrivo Fondi dalla BEI e dal PNRR

L’intervento infatti comporterà un aumento delle risorse economiche a disposizione degli enti locali per la politica di coesione. Velocizzando il raggiungimento degli obiettivi del Green Deal e mantenendosi in linea con la tabella di marcia della Banca per il Clima della BEI.

I due modelli sono disponibili online; uno per gli investimenti nell’efficienza energetica nell’ambito di REPower EU e uno per i progetti associati all’iniziativa New European Bauhaus.

Articolo precedenteNel Pacifico, l’uomo ha creato una fabbrica di ondate di calore marine
Articolo successivoCentro di Eccellenza ABB E-mobility, qui nasce il futuro della ricarica elettrica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui