Exosteel: i primi moduli in acciaio stampato in 3D prendono vita in Sardegna

14 moduli autosostenibili alimentati con energia eolica e solare, e costruiti con un esoscheletro in acciaio stampato in 3D, ecco Exosteel

Exosteel i moduli in acciaio stampato in 3D - credits Mask Architects
Exosteel i moduli in acciaio stampato in 3D – credits Mask Architects

Le forme organiche di Exosteel “Madre Natura” saranno parte integrante del Museo di Orani

(Rinnovabili.it) – Sarà la Sardegna e precisamente la città di Oriani ad ospitare i primi moduli di “Exosteel”, vere e proprie abitazioni compatte realizzate con acciaio stampato in 3D.

A dar vita al progetto denominato “Madre Natura” è lo studio Mask Architects, che ha sviluppato questa soluzione come parte integrante del Museo Nivola ad Orani, prendendo ispirazione proprio dalle opere dello scultore Costantino Nivola.

Leggi anche Inaugurato ad Amsterdam il primo ponte in acciaio stampato in 3D

Le forme “aliene” dei moduli di Exosteel sono possibili proprio grazie ad un esoscheletro in acciaio stampato in 3D che supporta tutti gli elementi funzionali dell’edificio, prolungandosi al contempo fino alle fondamenta.

Vivere in una scultura

Exosteel i moduli in acciaio stampato in 3D - credits Mask Architects
Exosteel i moduli in acciaio stampato in 3D – credits Mask Architects

Il progetto Exosteel mira ad integrare l’architettura con l’arte e la tecnologia, trasformando i moduli nella parte integrante del percorso espositivo del museo. Proprio come le sculture di Nivola puntavano a rendere l’arte accessibile a tutti, così i moduli di Mask Architect cercheranno di trasformarsi in un punto di riferimento vivente per la comunità della zona e per i turisti.

A fare da cornice alla struttura, una splendida collocazione naturale posta lungo il pendio di una montagna e circondata da arbusti di mirto e macchia mediterranea.

E’ il sistema costruttivo ad aver permesso agli architetti di ottenre forme organiche di questo tipo. L’anima in acciaio stampato in 3D supporta i vari piani dell’edificio. L’involucro esterno è invece in Effix, una malta ad altissime prestazioni meccaniche ed estetiche studiata per la realizzazione di elementi in cemento non strutturali di ricercata valenza estetica.

Simbiosi tra uomo e natura

Ogni modulo sarà autosostenibile, per mantenere basso il suo impatto sul contesto. A fornire energia pulita sarà la “Torre dell’Energia” di cui ciascun modulo sarà dotato. L’Energy Tower è collocata al centro della struttura ed è rivestita con pannelli fotovoltaici per sfruttare l’energia solare, mentre l’energia eolica sarà immagazzinata grazie alla turbina collocata sulla sommità della torre. I vuoti ed i pieni dei moduli sono stati studiati per far si che le correnti d’aria passanti per la struttura vengano convogliate verso la turbina eolica. A completare il sistema tecnologico, una serie di sensori smart per il rilevamento delle condizioni indoor e per la prevenzione degli incendi.

La flessibilità è un’altra parola chiave del progetto. Ciascuno Exosteel è espandibile e adattabile alle circostanze, o a differenti esigenze sociali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui