La Finestra intelligente che aumenta l’efficienza, ma non riduce la trasparenza

Arriva dali laboratori TNO dell’Olanda la finestra intelligente a controllo termocromatico capace di mantenere la propria trasparenza inalterata, aumentando dell’8% il risparmio energetico

finestra-intelligente
SunSmart – credits: TNO

La smart window è ora passata ad un progetto pilota sul campo nella città di Eindhoven

(Rinnovabili.it) – Arriva dai laboratori di ricerca della TNO l’innovativa finestra intelligente che aumenta il risparmio energetico dell’8% rispetto alle tradizionali finestre termocromatiche, ma senza comprometter la luminosità. Lo studio è stato condotto nell’ambito del progetto Sunovate, finanziato dai fondi europei, per sviluppare molteplici soluzioni tecnologiche in grado di abbattere i consumi energetici degli edifici.

Alla finestra smart è stata applicata la tecnologia SunSmart ed i risultati sono stati così promettenti, da consentire al team di passare ben presto alla prima prova pilota sul campo.

Reagire all’ambiente circostante

La superficie trasparente sviluppata da TNO reagisce al calore. Quando la temperatura ambiente supera i 20°C, la finestre passa da uno strato trasparente a infrarossi, ad uno strato bloccante della luce solare. Di conseguenza anche quando l’irraggiamento diretto sulla finestra è particolarmente intenso, gli ambienti interni non ne risentono, mantenendo inalterato il fabbisogno energetico per raffrescamento dell’edificio. Secondo le prime stime, la smart window sarà in grado di aumentare l’efficienza dell’8% rispetto alle tradizionali finestre a controllo termocromatiche. Assicurando allo stesso tempo un risparmio pari a circa 23,7 €/mq di vetro l’anno.

Il primo progetto pilota è stato applicato alla struttura di prova del SolarBEAT di Eindhoven. In questo modo sarà possibile rilevare in tempo reale ed in base al variare delle condizioni atmosferiche, i pregi ed i difetti della nuova tecnologia.

Come funziona la finestra intelligente

finestra-intelligente
SunSmart – credits: TNO

Il materiale attivo di cui si compone la finestra è un materiale termocromatico. Ovvero capace di cambiare le proprietà ottiche in base alla temperatura circostante. Tuttavia la finestra smart di TNO, cambia la propria trasparenza solo nella lunghezza d’onda dell’infrarosso. Cosa significa? Che pur rimanendo completamente trasparente a occhio umano, la superficie vetrata assicura il massimo risparmio energetico. Non ci sono interruttori per avviare la trasformazione, è l’aumento stesso della temperatura a innescare la modifica. Inoltre, la componente termoreattiva è inserita all’interno del vetro stratificato, lasciando piena libertà di installazione in qualsiasi tipo di telaio.

Leggi anche Smart window, una finestra per tutte le stagioni

Non solo. La finestre elaborata dal team di Tno mantiene anche i costi bassi, per poter essere ammortizzata entro i 7 anni successivi alla sua installazione.

L’impatto del comparto edilizio a livello globale è estremamente alto. Migliorarne le prestazioni significa individuare soluzioni efficienti per ogni singolo elemento di cui si compone un edificio. E le superfici trasparenti sono sicuramente un elemento di grande importanza per il controllo dei consumi energetici.

Articolo precedenteAiuti di stato alle rinnovabili, la Commissione UE pronta ad allentare le norme
Articolo successivoStrasburgo chiede un inasprimento del regolamento anti deforestazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui