MVRDV progetta un edificio a forma di statua dell’eroe nazionale albanese

Un edificio ad uso misto scultoreo che grazie agli aggetti ricrea il busto di uno degli eroi nazionali albanesi. E’ lo Skanderbeg Building di MVRDV

mvrdv
credits image: © MVRDV

Questo progetto di MVRDV per Tirana si inserisce nella caratteristica della città di integrare arte ed architettura

(Rinnovabili.it) – Spesso gli edifici sono molto più che semplici contenitori nei quali vivere. E’ questo il caso del nuovo progetto iniziato dal team di MVRDV a Tirana che, una volta completato, avrà la forma del busto di un famoso eroe nazionale albanese, Gjergj Kastrioti, conosciuto anche come Skanderbeg. Lo Skanderbeg Building dunque, soprannominato Tirana’s Rock, sarà uno degli edifici più grandi al mondo a fungere anche da scultura figurativa.

Con un’altezza di 85 metri, l’edificio sarà avvolto da balconi curvilinei a formare la testa di Skanderbeg, assegnando alla capitale albanese un aspetto unico.

L’architettura progettata da MVRDV occuperà l’angolo nord-est della piazza, riempiendo il sito con una forma molto particolare. Tuttavia il design insolito sarà garantito dalle forme scolpite dei balconi, assicurando agli appartamenti interni una forma più razionale. Ma quando il progetto è affidato al team olandese, si sa, nulla è lasciato al caso. Gli aggetti dei balconi forniranno ampia superficie esterna a disposizione dei residenti, ombreggiando gli appartamenti sottostanti.

Un design insolito ma sostenibile

credits image: © MVRDV

La scelta insolita di trasformare un’architettura in un monumento in realtà si inserisce perfettamente nelle scelte stilistiche di una città che come tradizione mescola spesso arte ed architettura, quale rinascita post-comunista.

Il verde si estende fino all’edificio con alberi e piante autoctone integrate nei balconi. Inoltre il design incorpora una serie di caratteristiche che lo rendono sostenibile e adatto al clima caldo della città. Oltre agli accetti che piano per piano ombreggiano parte della facciata, la disposizione dei pavimenti è studiata in modo tale da favorire la ventilazione naturale. Un sistema per la raccolta dell’acqua piovana ed un impianto per il recupero di calore minimizzano il fabbisogno idrico ed energetico.

Leggi anche Valley di MVRDV: quando l’architettura è un ponte per un futuro sostenibile

“In questi giorni, le città di tutto il mondo si assomigliano sempre di più – li incoraggio sempre a resistere a questo, a trovare il loro carattere individuale e a enfatizzarlo”, afferma Winy Maas, socio fondatore di MVRDV. “Per me, lo Skanderbeg Building è un’opportunità per fare proprio questo. Porta un nuovo significato agli elementi esistenti dell’architettura albanese. Mentre l’Albania inizia i suoi negoziati per aderire all’UE, progetti come questo fanno parte del Progetto Europeo – sottolinea la storia, il carattere e la presenza dell’Albania in un’Europa unificata di molti Stati.”

Articolo precedenteEcho, l’edificio universitario generatore di energia per il futuro
Articolo successivoRiciclo rifiuti tessili: pronto il progetto pilota promosso da Ecotessili

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui