Renzo Piano World Tour 2022: il giro dell’Europa in 40 giorni per 4 giovani laureati

Giunto alla quarta edizione, il Renzo Piano World Tour 2022 porterà i 4 vincitori a visitare le architetture più iconiche del panorama contemporaneo, partendo dalle opere di Piano

Tra le città visitate dal Renzo Piano World Tour 2022 Parigi, Oslo, Londra, Roma, Berlino, Ronchamp

(Rinnovabili.it) – E’ iniziato il 30 giugno il viaggio dei 4 giovani neolaureati in architettura vincitori del Renzo Piano World Tour 2022, il premio che li porterà 40 giorni in giro per l’Europa alla scoperta delle architetture più importanti degli ultimi decenni.

Promosso dalla Fondazione Renzo Piano, il concorso è giunto alla sua quarta edizione, rimandata al 2022 a causa della pandemia. I quattro ragazzi si sono aggiudicati la vittoria per merito, grazie alla miglior tesi con tema “Art of Construction: the importance of structural details” e sono:

  • Nicholas Ryan Coates, AHO – Oslo School of Architecture and Design, Norvegia;
  • Manuel Bouzas, ETSAM, Escuela Técnica Superior de Arquitectura de Madrid, Spagna;
  • Alberta Benedetti, Università IUAV di Venezia, Italia;
  • Joseph de Metz, ENSAPM, École Nationale Supérieure d’Architecture Paris-Malaquais, Francia.

L’itinerario di viaggio

Renzo-Piano-World-Tour
Renzo-Piano-World-Tour – credits ©RPWT2022

Sempre a causa delle restrizioni sanitarie, questa edizione del Renzo Piano World Tour 2022 resterà dentro i confini europei, tranne che per una visita in Africa, ad Entebbe (Uganda) al centro accoglienza di chirurgia pediatrica di Emergency. L’itinerario toccherà oltre 20 città, con visita ad oltre 40 opere progettate dal Renzo Piano Building Workshop e più di 180 di archistar contemporanee. Durante il tour ci sarà spazio anche per i grandi maestri dell’architettura quali Le Corbusier, August Perret, Rietveld.

Il viaggio è la scoperta, il viaggio è la vita. Nel viaggio cerchi una cosa e ne trovi un’altra. Il viaggio è un po’ come andare in una grande biblioteca a cercare un libro: è vero che cerchi quel libro, ma cercando quel libro ne trovi molti altri”, Renzo Piano.

Partiti da Parigi, e precisamente dallo studio di Piano a Rue des Archives 34, i 4 giovani hanno già visitato Colonia, Amsterdam, Rotterdam, Berlino e Oslo. E proseguirà poi alla volta di Londra, Santander, Bilbao, San Sebastian, Atene, Istanbul, Entebbe, Bologna, Torino, Losanna, Ginevra, Berna, Weil am Rhein, Ronchamp, L’Aquila e Roma.

Il percorso dei ragazzi può essere seguito giorno per giorno grazie ai racconti sui social, per imparare a distanza, e forse con un pizzico di invidia, le meraviglie dell’architettura contemporanea europea.

La realizzazione di questo interessante progetto è stata possibile grazie anche alla collaborazione dell’associazione culturale HABITAT2020 e Pro Viaggi Architettura.

Segui il tour su instagram.

Articolo precedenteL’Italia rilancia sul gas dall’Algeria: arriveranno subito 4 mld di m3 in più
Articolo successivoBerlino ci ripensa: forse è meglio tenere accese anche le centrali nucleari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui