Aspern Smart City: via al progetto che trasformerà Vienna

Cinque anni per trasformare uno quartieri di Vienna in uno dei più grandi modelli di sviluppo urbano d’Europa. Aspern Smart City sarà un sistema interconnesso dalle incredibili potenzialità.

Aspern Smart City

 

(Rinnovabili.it) – Ai blocchi di partenza uno dei più grandi progetti di sviluppo urbano d’Europa. Si tratta di Aspern Smart City un laboratorio vivente di sostenibilità che verrà realizzato nei prossimi 5 anni a Vienna con la collaborazione di Siemens.

 

Aspern Smart City

Entro il 2030 Aspern Smart City sarà pronta ad accogliere oltre 20.000 abitanti ed altrettanti lavoratori, trasformando un’area di 240 ettari in un esempio di sostenibilità, dove la gestione ottimale dell’energia sarà uno dei segreti per assicurare il perfetto comfort dei cittadini.

Lo scorso 3 luglio i partner che collaboreranno alla realizzazione del progetto tra i quali Siemens, hanno fondato Aspern Smart City Research, la società che avrà il compito di realizzare il sogno smart anche grazie ad un budget di 40 mln di euro.

 

I lavori prenderanno il via il prossimo 1° ottobre trasformando il distretto in un vero e proprio laboratorio a cielo aperto dove sperimentare le più moderne soluzioni ICT, smart grid, la gestione dei rifiuti, la riduzione dell’inquinamento, i sistemi di costruzione intelligenti (green building) e la mobilità sostenibile.

 

 

L’obiettivo è quello di rendere l’intero sistema “interconnesso”, legando edifici con funzioni differenti (residenze ed uffici) alla rete di distribuzione dell’energia a bassa tensione, per ottimizzare i consumi in funzione della reale domanda.

Oltre il 50% dei 240 ettari di Aspern Smart City saranno riservati agli spazi pubblici, trasformando la città in una green city immersa nel verde.

 

RIFIUTI ZERO

Ormai da diverso tempo Vienna si sta impegnando per trasformarsi in una vera Smart City, investendo a 360° nei molteplici aspetti che riguardano la gestione “smart” di una città. Accanto alla realizzazione di edifici intelligenti uno dei progetti meglio riusciti è “Zero Waste” il programma che, attraverso la raccolta differenziata e lo sfruttamento dei rifiuti per produrre energia, ha permesso di abbattere 270 mila tonnellate di CO2 in un anno.