Bruges smart city: birra sottoterranea per ridurre il traffico

Da vera smart city, Bruges ha trovato una soluzione originale ad un problema concreto come quello dell’inquinamento urbano, utilizzando un condotto sotterraneo al posto dei camion per trasportare la birra fuori città

breuges smart city2+

 

(Rinnovabili.it) – Una smart city può essere considerata tale per tanti motivi, per un uso appropriato della tecnologia che sia in grado di migliorare la vita dei cittadini, per gli edifici che la compongono, per un uso saggio delle risorse e dell’energia, per la mobilità e per le strategie adottate per ridurre l’inquinamento.

 

breuges smart cityPer quest’ultimo caso la città di Bruges è un esempio davvero atipico. Attraverso un ingegnoso sistema sotterraneo, la città è infatti riuscita a ridurre il suo traffico di mezzi pesanti all’interno del centro storico, abbattendo di conseguenza anche l’inquinamento. Fin qui tutto normale, se non che ciò trasporta il condotto sotterraneo, è birra.

Tutto ha inizio quando uno storico birrificio di Bruges, per esigenze di spazio, decide di spostare il suo impianto di imbottigliamento al di fuori della città, mantenendo il laboratorio nel centro storica. Viste le notevoli quantità di birra prodotte quotidianamente, la città si è ritrovata a dover far fronte ad un esponenziale aumento del numero di camion che ogni giorno la attraversa per trasportare la merce da un sito all’altro, contribuendo in maniera non indifferente ad aumentare i livelli di inquinamento e traffico della città.

Da vera smart city, il problema di Bruges è stato risolto in maniera decisamente originale. Il consiglio comunale ha infatti approvato la realizzazione di un condotto sotterraneo lungo quasi 5 chilometri, che trasporta la birra dal laboratori all’imbottigliamento, risolvendo in un solo momento i problemi di traffico e  inquinamento, senza intaccare la bellezza storica della città medievale patrimonio dell’UNESCO.

© De Halve Maan brewing vats

 

Per quanto possa sembrare un piccolo intervento, i 6.000 litri di birra trasportati ogni ora con il condotto sotterraneo al posto dei camion, permetteranno di ridurre il passaggio dei mezzi pesanti all’interno della città dell’85%, con ovvi benefici per i cittadini.

La scelta di Bruges nel suo piccolo mette in pratica una soluzione originale per un problema complesso come quello del traffico, dimostandosi a tutti gli effetti una smart city, una città intelligente.

Il costo dell’intera opera sarà sostenuto dal birrificio e, come fa notare il magazine Wired in un recente articolo sul progetto, ai cittadini non resterà altro che sperare nella rottura di un tubo, per vedere le strade della città inondate di birra gratis.

Articolo precedenteSicurezza energetica: evitare i blackout è possibile
Articolo successivoEnergia dalle onde e dalle maree: presentato il fondo da 7 mln

2 Commenti

  1. Deve esserci un errore, perchè, cito testualmente, “… i 6.000 litri di birra trasportati ogni anno con il condotto sotterraneo al posto dei camion, permetteranno di ridurre il passaggio dei mezzi pesanti …”, mi sembrano troppo pochi: è un furgoncino all’anno!
    Quanti sono i litri/anno in realtà?
    Grazie

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui