E’ un Paese per vecchi: le città del futuro plasmate dalla terza età

La vita media si alza e le città si trasformano, lo studio “The active third age and the city” pubblicato da RIBA per scoprire quanto le città del futuro saranno plasmate dagli anziani.

RIBA - Le città del futuro plasmate dalla terza età(Rinnovabili.it) – Il Royal Institute of British Architects (RIBA) ha appena pubblicato un interessante studio sulle relazioni che potrebbero instaurarsi tra la popolazione che invecchia (la terza età) e le città del futuro, tentando di scoprire quanto questa fascia della popolazione riuscirà a plasmare le metropoli in crescita.

 

Dal titolo assolutamente evocativo, “Silver Linings: The active third age and the city”, lo studio parte dal presupposto che la vita media delle persone si sta progressivamente alzando tanto che, continuando a questo ritmo, entro il 2050 oltre 2 miliardi di persone saranno over 60.

Seguendo questo ragionamento le città del futuro non saranno più in mano ai giovani, bensì ad una nuova generazione di anziani “atipici”, nati e cresciuti in un’epoca completamente digitale, veloce, temporanea e multimediale.

All’interno dello studio “Silver Linings: The active third age and the city”, gli esperti del Royal Institute of British Architects hanno perciò cercato di immaginare in che modo si trasformeranno le comunità, gli edifici, gli stili di vita e di conseguenza la pianificazione urbana delle città del futuro.

 

RIBA - Le città del futuro plasmate dalla terza età

 

I futuri cittadini attivi della terza età attivi si potranno permettere stili di vita adeguati a pensionati o saranno costretti a vivere in famiglie allargate e nuovi edifici di co-housing? In che modo le strutture lavorative si adatteranno ad una popolazione indubbiamente più vecchia? In che modo le città del futuro saranno influenzate dalla sempre maggiore diffusione della tecnologia digitale, dei sistemi internet of things, dai data hub ed in che modo l’active third age si realzionerà con queste soluzioni?

 

Dalla salute all’università, dal lavoro alla vita sociale, ecco le diverse fotografie sul futuro urbano scattate da RIBA.

 

RIBA - Le città del futuro plasmate dalla terza età