Climate neutral city: 60 città per sperimentare le best practice di CrtAFt

Sono state selezionate le 60 città CrAFt che testeranno nuovi modelli di trasformazione urbana verso il traguardo 2030 Climate neutral city

Climate neutral city
credits: craft-cities.eu

Il progetto Creating Actionable Futures fa parte del percorso del New European Bauhaus

(Rinnovabili.it) – Si aggiungono ben 60 città alla corsa verso il traguardo climate neutral city promosso dal progetto CrAFt, Creating Actionable Futures, nell’ambito del New European Bauhaus . Le città CrAFt testeranno e condivideranno nuovi modelli di trasformazione urbana per promuovere la transizione di tutte le realtà europee verso neutralità climatica e città inclusive entro il 2030. Per poterlo fare il progetto mette insieme tutti gli stakeholders urbani, dai cittadini alla politica, dal mondo accademico al business, sviluppando esempi concreti replicabili ad ogni scala dove anche “il bello “ e l’arte sono parte integrante. Il confronto diretto permetterà inoltre di definire un processo normativo a livello europee che possa assicurare la trasformazione in climate neutral city.

I 60 nomi nuovi si aggiungono alle 3 città “sandbox”, Amsterdam, Bologna e Praga, pioniere del progetto.

Leggi anche New European Bauhaus: ora servono criteri unitari e un finanziamento dedicato

Le prime tappe del progetto CrAFt

Per diventare climate neutral city entro il 2030 è necessario testare modelli di governance collaborativa di trasformazione urbana. Le 60 città selezionate saranno impegnate nel:

  • Testare le migliori pratiche nei nuovi modelli di governance locale collaborativa ispirati al Bauhaus europeo;
  • Imparare in contesti peer-to-peer attraverso una combinazione di forum online, riunioni fisiche, visite in loco e accedi a materiali didattici e facilitazioni.
  • Partecipare a un think/do tank di nuova generazione con studenti e comunità giovanili
  • Ricevere supporto su misura a livello locale per consentire lo sviluppo organizzativo
  • Avere accesso alla vasta quantità di materiale didattico già sviluppato dalle piattaforme esistenti, tra cui masterclass e sessioni di matchmaking
  • Partecipare a campagne di storytelling a livello europeo sulle tue traiettorie CrAFt

“[.. ] Arte e cultura sono potenti motori di innovazione e trasformazione e componenti chiave del New European Bauhaus. L’iniziativa, CrAFt, sostiene le autorità locali a sperimentare nuovi approcci alla co-progettazione e a coinvolgere soluzioni locali e basate sulla comunità”, ha commentato Alicja Herbowska, capo unità ad interim della Commissione europea.

Articolo precedenteMiele, perché progettare elettrodomestici sostenibili
Articolo successivoUna strategia rifiuti zero può avere effetti sui cambiamenti climatici

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui