DriveWave: traffico addio grazie agli incroci senza semafori

Grazie all’internet of things, ai sensori digitali e ai veicoli automatici, il progetto DriveWave del MIT Senseable City Lab, mostra la gestione intelligente del traffico in una smart city

drivewave 2

 

(Rinnovabili.it) – Immaginate una città senza semafori, dove corsie di automobili si fondono armoniosamente una dentro l’altra permettendo il traffico di fluire senza intoppi attraverso gli incroci. E’ la città immaginata dal progetto DriveWave del MIT Senseable City Lab, che attraverso lo sviluppo della guida automatizzata promette di rivoluzionare il panorama della mobilità urbana nelle smart city.

Il software presentato anche all’Internet Festival di Pisa, esplora le infinite possibilità offerte dal “controllo a distanza del traffico” attraverso la combinazione di sensori digitali, big data e Internet of things. Nella smart city del futuro immaginata dal progetto i veicoli saranno “self driving cars” automatizzati che, attraverso la tecnologia digitale, avranno la possibilità di dialogare con la città e con gli incroci, modificando la propria andatura, il volume del traffico o la direzione, a seconda delle esigenze e della presenza di altri veicoli o di persone.

Per comprendere al meglio il funzionamento di DriveWave i ricercatori del MIT di Boston guidati dal direttore italiano Carlo Ratti, hanno allestito al Cnr di Pisa un’apposita interfaccia, attraverso la quale i visitatori possono interagire con gli incroci cittadini mediante la propria proiezione dinamica, toccando con mano la semplicità di gestione impiegata da DriveWave, anche per i flussi di traffico più complessi.

 

Una volta messo a regime, il progetto del MIT porterebbe alla diminuzione dell’inquinamento, ad una maggiore sicurezza e sostenibilità, alla riduzione del traffico e, ovviamente, ad una migliore qualità della vita.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui