Navigant Research: IBM e Cisco guidano il mercato delle Smart City

L’innovazione tecnologica del futuro delle SMart City sarà guidata da IBM e Cisco, leader del mercato secondo il report “Navigant Research Leaderboard”, seguite da Schneider Electric e Siemens.

IBM e Cisco guidano il mercato delle Smart City(Rinnovabili.it) – Sarebbe IBM il Leader del mercato delle Smart Cities, confermandosi capofila di progetti realizzati e di ricerca, guidando un settore che entro il 2020, attirerà un capitale di investimenti di quasi 120 mld di dollari.

 

E’ lo “Smart City Suppliers Report” realizzato dalla Navigant Research Leaderboard a collocare la società IBM a capo del mercato delle città intelligenti, seguita a ruota da Cisco, altra componente fondamentale sia in termini di strategie che di realizzazioni, impegnata nella trasformazione smart di pionieristiche città quali San Francisco, Barcellona, Amsterdam, e Songdo, Corea del sud.

 

“Un numero sempre crescente di città si stanno impegnando a favore delle innovazioni per le Smart City, con lo scopo di rispondere alle sfide della crescita sostenibile e del ringiovanimento economico, e per riuscire ad aggiudicarsi un posto in primo piano nelle tecnologie ICT e nell’innovazione green del futuro”, afferma Eric Woods, research director per la Navigant Research. “Comprendendo una diversità incredibile di clienti, fornitori, tecnologie e requisiti, si prevede che questo settore attirerà più di 117 mld dollari in investimenti cumulativi tra il 2012 e il 2020.”

 

Lo Smart City Suppliers Report offre una panoramica dei principali giocatori che hanno le potenzialità per trasformarsi nei leader delle smart city a grande scala, analizzandole sotto il profilo delle molteplici tematiche che coinvolgono le Smart City come l’urbanizzazione intelligente, l’energia, l’acqua, la mobilità, le infrastrutture, la sicurezza, la sanità ed il rapporto con l’amministrazione pubblica.

Ai “Leaders” del mercato, IBM e Cisco, seguono i “Contenders“, del calibro di Schneider Electric, Siemens, Hitachi, Accenture, Toshiba, General Electric, mentre chiudono per il momento i “Challengers“, di cui fanno parte altri grandi brand dell’elettronica e dell’informatica, tra cui Microsoft, Oracle, Capgemini, SAP, ABB, Atos, LG.