Iniziative smart city, 10 progetti firmati ENEA per migliorare le città

Federico Testa: “Abbiamo nel DNA la ricerca e lo sviluppo di tecnologie innovative”

Iniziative smart city, 10 progetti firmati ENEA per migliorare le città

 

(Rinnovabili.it) – Migliorare la qualità della vita urbana ridefinendo il processo di urbanizzazione attraverso direttrici che smettano in relazione le infrastrutture cittadine con chi le abita. Così si potrebbe riassumere lo sforzo tecnologico e progettuale che oggi molte amministrazioni hanno intrapreso per trasformare la propria città in una smart city. E questo è anche il principio base dietro i 10 e più progetti “intelligenti” messi a punto dall’ENEA e presentati a Bologna in occasione della Smart City Exhibition. Del pacchetto progetti fanno parte iniziative come quella di ‘Smart Village’  che ha portato alla  realizzazione di un’infrastruttura pilota di ricerca per dimostrare i paradigmi e le tecnologie delle Città intelligenti applicate a un distretto terziario omogeneo e controllato da un unico gestore; l’approccio seguito parte dalle tecnologie più innovative disponibili sul mercato, sulle quali s’innestano funzionalità più avanzate in corso di sviluppo da parte ENEA, in particolare verso l’utilizzo delle tecnologie della computing intelligence.

Progetto interessante anche quello di ‘Res Novae’, nato con l’obiettivo di ricercare, modellizzare e sperimentare su scala dimostrativa un sistema complesso e dinamico di gestione avanzata dei flussi energetici a livello municipale; Res Novae si basa sull’integrazione di tecnologie in ambito energetico e informatico, tra loro ottimizzate, al fine di ridurre i costi energetici, potenziare la multi-generazione diffusa da fonti rinnovabili, contenere l’impatto ambientale e accrescere la consapevolezza della questione energetico-ambientale nel singolo attore della comunità.

 

“Come ENEA abbiamo nel DNA  la ricerca e lo sviluppo di tecnologie innovative, da rendere poi  disponibili e trasferire ai diversi soggetti coinvolti; in questo caso si tratta delle amministrazioni pubbliche, del sistema industriale, ma anche dei singoli cittadini, i più diretti interessati alla qualità dei servizi nei centri urbani’’ ha sottolineato il Commissario dell’ENEA Prof. Federico Testa.  

 

Fra gli altri progetti in mostra, ‘Smart Basilicata’, avviato nel 2012 e finalizzato allo sviluppo di processi organizzativi, modelli gestionali e soluzioni tecnologiche innovative per  la gestione sostenibile ed efficiente del sistema energetico ed ambientale in Basilicata e ‘Brescia Smart Living per coniugare innovazione, sicurezza e risparmio nei settori dell’energia e dei servizi, all’insegna del concetto di “smart district”. Infine, i progetti ‘CIPRNet’ per realizzare un Centro Virtuale per la condivisione della conoscenza, delle metodologie di analisi e simulazione nella Protezione delle Infrastrutture Critiche e – il progetto ‘RoMA’ per dar vita a un Centro multi-settoriale CSAM – Centro per la Sicurezza dell’Area Metropolitana.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui