Monaco 3.0: Monte Carlo entra nell’Internet of Things

Ha preso il via il progetto pilota Monaco 3.0, una partnership tra il Principato e Bosch per trasformare la città in un esempio di efficienza grazie all’Internet of Things

Monaco 3.0(Rinnovabili.it) – Il Principato di Monaco è pronto a diventare una città digitale, esempio nell’efficienza dei servizi pubblici e della mobilità sfruttando al massimo le potenzialità dell’Internet of Things. Monaco 3.0 è il progetto che traghetterà nel futuro la città trasformandola a tutti gli effetti in una smart city.

 

Il progetto Monaco 3.0 si concentrerà inizialmente sulla mobilità e sulle infrastrutture, agevolando il più possibile gli spostamenti dei cittadini all’interno di una città principalmente sviluppata in verticale, sul fianco di una collina.  I servizi di ultima generazione e la tecnologia innovativa che permetterà di monitorare la rete degli autobus, la gestione dei parcheggi, la raccolta dei rifiuti e le informazioni sui lavori stradali, saranno raggiunti grazie alla partnership della città con la tedesca Bosch.

Sarà l’azienda a creare i servizi Internet of Things indispensabile alla buona riuscita del progetto, generando una rete capillare di sensori e connessioni capaci  di rilevare in tempo reale le condizioni del traffico, il funzionamento degli ascensori, i semafori ed ovviamente tutta la rete del trasporto pubblico.

La sperimentazione del progetto Smart City per Monaco 3.0 ha preso il via con la diffusione di un’App per smartphone fornita ad un certo numero di utenti selezionati, per testarne le funzionalità e la capacità di gestione del servizio.

Il Principato di Monaco e Bosch collaboreranno inoltre per migliorare il risparmio energetico e la sostenibilità della città avviando un percorso che dovrà concludersi entro il 2015 con la trasformazione totale della città in smart city 3.0.