Le 5 smart cities vincitrici dei 2014 Mayors Challenge

Barcellona, Atene, Kirklees, Stoccolma e Varsavia, sono le 5 smart cities vincitrici del 2014 Mayors Challenge per le più innovative soluzioni urbane

Barcellona la smart city voincitrice

 

(Rinnovabili.it) – Sono state annunciate le 5 smart cities europee vincitrici del 2014 Mayors Challenge, la sfida lanciata dalla Bloomberg Philanthropies per incoraggiare le città a generare idee innovative per risolvere le grandi sfide urbane e migliorare la qualità della vita dei suoi residenti.

 

Il Grand Prize quest’anno è andato a Barcellona che ha ricevuto un finanziamento da 5 milioni di euro per il suo progetto “Trust network”, una soluzione smart per creare una rete di supporto sociale. Atene (Grecia), Kirklees (Yorkshire, Regno Unito), Stoccolma (Svezia), Varsavia (Polonia) sono le altre 4 smart cities vincitrici ed alle quali andrà un premio di 1 milioni di euro a testa per le soluzioni proposte per risolvere alcune delle tematiche più critiche in Europa: la disoccupazione, l’efficienza energetica, l’obesità e invecchiamento.

 

“Per far fronte alle grandi sfide del 21 ° secolo, i leader della città devono pensare in modo creativo e non aver paura di provare cose nuove”, ha sottolineato Michael R. Bloomberg, fondatore della Bloomberg Philanthropies.

 

La competizione 2014 Mayors Challenge ha visto la partecipazione di 155 città provenienti da 28 nazioni differenti, ma solo 5 smart cities hanno saputo distinguersi sulla base di 4 criteri di selezione: la visione della loro idea e la creatività, il potenziale impatto futuro, trasferibilità dell’idea in altri contesti e l’effettiva attuazione di tali soluzioni.

 

BARCELLONA, Grand Prize – con il progetto Collaborative Care Networks for Better Aging

 Più di un residente su cinque di Barcellona ha più di 65 anni, ed entro il 2040, questa percentuale salirà ad uno su quattro.

Allungandosi l’aspettativa di vita Barcellona, come molte altre città, si trova ora ad affrontare nuovi problemi legati alla salute dei cittadini, all’isolamento sociale, alla sicurezza, al degrado ed alla povertà.

Per risolvere questi problemi, la città di Barcellona ha creato la “trust network”, una “rete di fiducia” tra amici, parenti, assistenti sociali e volontari che sfrutta l’innovazione tecnologica digitale per garantire sicurezza e qualità della vita ai residenti più anziani.

 

ATENE, Grecia – con il progetto Synathina

La crisi economica devastante ha colpito l’occupazione, le infrastrutture, così come la vita nei centri urbani in Grecia. Atene creerà una piattaforma online per collegare i cittadini con le istituzioni locali, allo scopo di elaborare in modo collaborativo e attraverso politiche sostenibili, soluzioni ai problemi locali per rilanciare i quartieri.

 

KIRKLESS (Regno Unito) –  Kirklees Shares

Se il problema sono i tagli di bilancio, la città di Kirklees  ha individuato la sua soluzione nella sharing economy, in modo da riuscire a fare di più con meno. Una piattaforma online consentirà di creare una comunità aperta dove condividere le più svariate risorse, dal tosaerba ai camion al tempo.

 

STOCCOLMA (Svezia): Biochar – for a Better City Ecosystem

Affrontare gli effetti del cambiamento climatico attraverso l’azione concreta dei cittadini. Come: attraverso la produzione di biochar, il carbone ottenuto dalla biomassa, che verrà prodotto in appositi centri dove i cittadini potranno portare i propri rifiuti verdi.

 

 VARSAVIA (Polonia) Virtual Warsaw – Urban Information System for Visually Impaired

Per agevolare la mobilità e la vita dei non vedenti, Varsavia installerà migliaia di postazioni virtuali in grado di comunicare con gli utenti attraverso le applicazioni mobili e servizi multimediali dedicati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui