Qualità della vita nelle città europee: un sondaggio per misurarla

L’indagine condotta dalla Commissione Europea su un campione di 41.000 cittadini di 79 città europee in merito alla qualità della vita, l’occupazione, l’istruzione ed i servizi offerti.

Qualità della vita(Rinnovabili.it) – La Commissione europea ha pubblicato oggi i risultati del 3° sondaggio annuale Eurobarometer, un’istantanea sulla qualità della vita nelle città europee condotta su un campione di 41.000 abitanti dell’UE.

 

Attraverso una serie di domande rivolte ai cittadini, la Commissione Europea è stata in grado di tracciare un quadro preciso sulla qualità della vita nelle città europee, prendendo a campione 41.000 cittadini provenienti da 79 differenti città di tutti gli Stati Membri dell’UE, dell’Islanda, Norvegia, Svizzera e Turchia.

Agli intervistati è stato chiesto di esprimere il loro parere su differenti aspetti della vita urbana come la qualità dei servizi pubblici, della sanità, dell’istruzione, della cultura e dello sport, il loro rapporto con gli stranieri, il livello di occupazione, la disponibilità di alloggi a prezzi accessibili, nonché la soddisfazione personale in merito alla propria vita ed alla propria situazione finanziaria.

 

I RISULTATI DELL’INDAGINESanità, istruzione, formazione e occupazione sono i principali temi di interesse per gli intervistati. Rispetto all’ultimo sondaggio condotto nel 2009, il problema dell’occupazione sembra essere aumentato, al punto che solo i cittadini di 9 città sulle 79, si ritengono soddisfatti delle possibilità lavorative offerte dalla propria città.

A peggiorare la qualità della vita anche l’aumento dei prezzi per l’alloggio, che si aggiunge all’insoddisfazione generale nei confronti delle scuole e delle istituzioni educative.

 

Non si può certo parlare di smart city per la maggior parte dei casi presi in esame, tuttavia l’indagine ha rilevato una grande disparità tra un caso e l’altro soprattutto per quel che riguarda la qualità del trasporto pubblico e della sanità.

Dall’indagine è emerso poi che la percezione della qualità dello spazio pubblico, delle aree verdi, della pulizia e della sicurezza è direttamente collegata alla soddisfazione generale dei cittadini intervistati, tanto che almeno l’80% dei residenti di 71 città, si ritiene soddisfatto.

 

Questa indagine fornisce un’istantanea utile di come gli europei si sentono sulle città che vivono in E ci ricorda i molti elementi che contribuiscono a un senso di benessere e di un buona qualità della vita nei nostri ambienti urbani. spero che i risultati saranno ispirare e guidare i responsabili politici, urbanisti e la società civile per affrontare i problemi urbani attraverso un approccio più olistico e modo integrato come stiamo incoraggiando nel prossimo periodo di politica regionale e urbana per 2014-2020 “, conclude il Commissario europeo per la Politica regionale, Johannes Hahn.