Seoul: la comunicazione intelligente della capitale coreana

Secondo il sindaco di Seoul, la comunicazione è la parola chiave per trasformare le città in smart city, diffondendo capillarmente informazioni e tecnologia

Seoul la comunicazione intelligente della capitale coreana(Rinnovabili.it) – Esistono molteplici strade per diventare una smart city, tra le quali le parole sostenibilità ed efficienza trovano sempre posto, ma c’è una terza parola chiave che accomuna le ‘città intelligenti’ del mondo, la comunicazione. E’ questo che ha guidato il sindaco Seoul, Park Won-soon, nell’evoluzione smart della città.

 

Secondo Park Won-soon, una comunicazione efficace tra cittadini e con l’amministrazione, è la soluzione migliore e più efficace per risolvere i problemi delle metropoli, creando una città dove le esigenze di chi la vive siano al centro degli interessi pubblici.

Nonostante le sue dimensioni e con una popolazione che si avvicina ai 10 mln di abitanti, la capitale della Corea del Sud, Seoul, è riuscita ad avvicinarsi al concetto di smart city investendo nella tecnologia.

765 linee di autobus, nove metropolitane e 391 stazioni servono la città capillarmente, facilitando gli spostamenti pubblici e limitando la necessità di utilizzare i mezzi privati. Non  servono soldi ne scomode monete per salire sui mezzi pubblici, basta la T-Money, una speciale valuta elettronica che permette di utilizzare molteplici servizi della città tra i quali anche il trasporto pubblico.

La comunicazione  e la diffusione dell’informazione è la base dello sviluppo di Seoul. Una serie di terminali collocati strategicamente per la città consentono ai cittadini ricevere in tempo reale ogni genere di informazione, dalla frequenza dei mezzi pubblici al passaggio del prossimo mezzo in una precisa fermata, trasmettendo informazioni sul meteo, sui luoghi di interesse, sulle attrazioni turistiche e ancora sulle coordinate delle banche, sulle scuole e sugli uffici pubblici. Grazie ad alcune app create ad hoc inoltre gli stessi servizi sono accessibili direttamente da smartphone tablet dei cittadini.

 

Entro il 2015 la città di Seoul conta di dotarsi esclusivamente di servizi “smart” che possano migliorare l’efficienza energetica delle abitazioni, della mobilità, nella gestione del sistema sanitario, nell’offerta di lavoro e nelle molteplici esigenze quotidiane.