Una smart city cinese in Africa, nel 2035 avrà 100.000 abitanti

Sono iniziati i lavori di costruzione di Modderfontein, la smart city cinese ad est di Johannesburg che nel 2035 potrà essere paragonata a New York ed Hong Kong

Una smart city cinese in Africa, nel 2035 avrà 100.000 abitanti

 

(Rinnovabili.it) – Ad est di Johannesburg nascerà una nuova smart city che nel 2035 ospiterà più di 100.000 abitanti. L’ambizioso progetto dell’azienda cinese Zendai sorgerà su un’area di 1.600 ettari, in un terreno conosciuto come Modderfontein, che probabilmente darà  il nome alla nuova città intelligente.

 

Le immagini svelano le forme curvilinee del progetto davvero ambizioso e il fondatore dell’azienda cinese Dai Zhikang ha dichiarato in una conferenza stampa a novembre 2013: “Modderfontein diventerà la futura capitale di tutta l’Africa. Questa smart city potrà competere con città come New York in America e Hong Kong in Estremo Oriente.”

 

I terreni sono stati venduti dalla società sudafricana AECI che si occupa di esplosivi e sostanze chimiche e attualmente sta liquidando i territori in eccedenza. La transazione da 7,2 miliardi di dollari è passata alla storia; è uno degli investimenti più importanti mai effettuati da finanziatori esteri in Sudafrica.

 

L’area è stata scelta perché posizionata in un punto strategico; si trova tra l’aeroporto internazionale OR Tambo e il polo finanziario di Sandton. Il terreno ospiterà un centro finanziario con 35.000 case, un polo educativo, strutture sanitarie e uno stadio sportivo. La città sarà collegata dalla stazione di Modderfontein e si trova sulla ferrovia Gautrain.

 

Du Wenhui, country manager di Zendai in Africa del Sud, prevede che la smart city sarà terminata in 15-20 anni e sarà composta dalle 30.000 alle 50.000 unità abitative. La città, una volta completata, sarà in grado di fornire 100.000 nuovi posti di lavoro.

 

“Sappiamo bene che c’è molto scetticismo attorno a questo progetto – ha dichiarato l’ottimista Wenhui a The Star – ma confidiamo nel mercato e negli investitori, non ci sono ostacoli alle possibilità tecnologiche di questa impresa, l’unico limite è il cielo”.

 

Nino Zama della Giunta Provinciale di Gauteng ha dichiarato: “Ci saranno nuovi posti di lavoro per i cantieri, nuove opportunità di business per la popolazione locale e una volta completata la costruzione verranno create ulteriori posizioni lavorative.”

 

Una smart city cinese in Africa, nel 2035 avrà 100.000 abitanti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui