Nuovi strumenti per una città migliore: le proposte delle PMI

Smart City Exhibition lancia il concorso “Nuovi strumenti per una città migliore”, rivolto alle micro, piccole e medie imprese che abbiano realizzato prodotti smart volti a migliorare la vita quotidiana dei cittadini.

smart city exihibition concorso per le PMI(Rinnovabili.it) – Sono iniziate ieri le selezioni per la partecipazione al concorso “Nuovi strumenti per una città migliore” organizzato da Smart City Exhibition per premiare micro, piccole e medie imprese che abbiano realizzato prodotti per rendere smart le nostre città e migliorare la vita quotidiana dei cittadini.

 

Questa prima edizione del concorso indetto da Smart City Exhibition, la mostra italiana di riferimento sul tema dell’innovazione urbana e delle comunità intelligenti, permetterà di porre attenzione alle piccole realtà innovative sparse sul territorio italiano,  raccogliendo nell’ambito della stessa manifestazione i prodotti finiti o semi-lavorati più innovativi del momento.

 

 

La partecipazione al concorso sarà riservata alle micro, piccole e medie imprese (secondo la definizione comunitaria recepita in Italia dal decreto del Ministero delle Attività Produttive) e metterà in palio dei fortunati vincitori , la possibilità di esporre gratuitamente i prodotti in occasione di Smart City Exhibition e l’inserimento all’interno del catalogo e dei comunicati stampa della manifestazione.

Le imprese potranno candidare al concorso prodotti realizzati per avariati ambiti: a partire dalla gestione dei rifiuti, alla mobilità urbana, energia, sicurezza, fino ad arrivare alla valorizzazione del turismo o dei beni artistici o paesaggistici.

I prodotti saranno quindi valutati in base al grado di innovazione, al rispetto dell’ambiente inteso come utilizzo di materiali eco-sostenibili e riciclati, ed al miglioramento della qualità della vita.

L’esito della valutazione sarà annunciato entro il 5 ottobre.

La seconda edizione di Smart City Exhibition si svolgerà nella Fiera di Bologna dal 16 al 18 ottobre 2013 con il patrocinio del Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, del Ministro dello Sviluppo Economico, del Ministro dell’Ambiente, del Ministro per la Coesione Territoriale, dal Ministro per gli Affari Europei, della Commissione Europea, della Regione Emilia Romagna, del Comune di Bologna, della Provincia di Bologna e dall’ANCI.