Dal Giappone 50 mln per il progetto Smart City Lione

La società energetica Nedo ha stanziato 50 mln di euro per sperimentare le più innovative tecnologie emergenti nella riqualificazione smart dell’antica città di Lione

Smart City Lione(Rinnovabili.it) – Nella lista delle città più smart d’Europa non può mancare Lione che con il grande progetto di riqualificazione avviato nell’ex-quartiere industriale de La Confluence, sta sperimentando l’innovazione tecnologica in molteplici settori legati ala vita quotidiana, dagli edifici, alla mobilità, al settore energetico.

 

Nuova linfa vitale per il progetto è arrivata dalla società energetica giapponese Nedo (New Energy e Industrial Technology Development Organisation) che ha da pochi giorni ufficializzato un finanziamento da 50 mln di euro per sperimentare le più innovative e moderne tecnologie energetiche emergenti, nell’ambito della trasformazione smart dell’antica città francese.

L’investimento servirà a completare la riqualificazione energetica degli edifici del quartiere La Confluence, trasformando la quasi totalità del parco costruito, in strutture capaci di produrre più energia pulita di quella consumata. Accanto agli interventi in campo edile, il progetto interverrà sulla mobilità sostenibile, fornendo a Lione una flotta di veicoli elettrici disponibili per il car-sharing e per il servizio privato.

 

L’aspetto forse più importante della riqualificazione smart sarà riservato all'”educazione” smart dei cittadini. Attraverso la domotica, le applicazioni multimediali, la digitalizzazione dei servizi e grazie alla disposizione di migliaia di sensori all’interno degli edifici e lungo le strade, i cittadini saranno chiamati in prima persona a monitorare sui consumi energetici delle proprie abitazioni e la qualità dell’aria esterna, intervenendo se possibile anche in prima persona.