Smart land: Milano incontra la tedesca Essen, Green Capital 2017

Alla conferenza Legambiente a Expo le scelte della città tedesca Essen, che le hanno permesso di aumentare la resilienza cliamtica, diventare una smart land e la European Green Capital 2017

Smart land: Milano incontra la tedesca Essen, Green Capital 2017

 

(Rinnovabili.it) – Milano incontra la città tedesca Essen per approfondirne l’eccellente gestione delle acque meteoriche che le ha permesso di diventare European Green Capital 2017. Al convegno promosso da Legambiente insieme a Cascina Triulza in Expo, si sono confrontati il presidente della Cap Holding, Alessandro Russo ed il Presidente Legambiente Lombardia, Damiano Di Simine sul tema della resilienza urbana e lo smaltimento delle acque meteoriche.

La città tedesca entro il 2020 arriverà al 15% di acque sottratte al sistema fognario e convogliate direttamente in falda o nei corsi d’acqua naturali grazie a sistemi e tecnologie innovative.

 

“Quello tra le città e la gestione delle acque è sempre stato un rapporto delicato. Tanto più oggi che dobbiamo pensare al superamento degli stretti confini amministrativi per un approccio su scala di bacino, costruendo un vero smart land. Un territorio intelligente in cui i temi dell’acqua possano essere affrontati in modo integrato”, sottolinea Alessandro Russo, presidente Cap Holding.

 

Le scelte di Essen per diventare una smart land resiliente

Per aumentare la resilienza idrica della città tedesca c’è lo sviluppo di infrastrutture verdi capaci di drenare naturalmente le acque meteoriche nel sottosuolo; il ricorso a tetti verdi, trincee drenati e bacini di ritenzione ha permesso di ridurre la quantità di acqua piovana che appesantisce il sistema fognario e gli impianti di depurazione.

La riduzione dell’impermeabilizzazione delle superfici urbane e l’aumento delle aree verdi nei criteri di progettazione aiuterà le smart land ad affrontare le piogge torrenziali sempre più frequenti a causa del cambiamento climatico. Un esempio di resilienza climatica è stato messo a punto dalla città di Copenaghen che sta affrontando il rischio inondazioni con la realizzazione di ecoquartieri intelligenti capaci di far fronte ad eventi climatici improvvisi con canali di scolo in superficie e zone umide all’interno delle piazze.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui