Smart Town: l’esempio del piccolo borgo di Varese Ligure

Non si deve essere una metropoli per trasformarsi in una città intelligente. L’esempio del piccolo borgo di Varese Ligure che ha saputo rinascere come Smart Town

Varese Ligure Smart Town - credit www.dolcevita.no(Rinnovabili.it) – Il piccolo borgo di Varese Ligure, a pochi chilometri da La Spezia, è oggi una best practice tutta italiana che ha saputo trasformare le problematiche della cittadina in un valore aggiunto degno di una Smart Town.

 

Quasi 20 anni fa nell’ ’80, il piccolo borgo della Val di Vara subì una drastica diminuzione di popolazione, passando in pochi anni da 6.000 residenti a poco più di 2.000. Ma l’allora sindaco Maurizio Caranza non volle accettare il triste decadimento scritto nel destino di Varese Liguria e decise di trasformare quelli che fino a quel momento erano considerati punti deboli del paese, come l’isolamento geografico, la mancanza di industrie moderne e le antiquate pratiche agricole, in un punto di forza.

L’aria pulita della valle e la presenza di attività agricole già dedite alla coltivazione biologica, spinsero il sindaco e l’amministrazione ad investire sull’energia pulita e sulla qualità dell’ambiente, trasformando il piccolo borgo in una Smart Town, una destinazione turistica sostenibile.

Senza volerlo il lungimirante sindaco aveva anticipato di un ventennio le mode ed i movimenti che avrebbero successivamente preso piede, specializzandosi nell’agricoltura biologica ancora poco conosciuta, scegliendo l’energia rinnovabile che presto sarebbe diventata un punto fermo ed insegnando a cittadini e turisti uno stile di vita sostenibile ed eco-friendly.

 

Turbine eoliche in città - Credit  m.bonotto tramite Shutterstock

La Smart Town Varese Ligure oggi può contare su 4 turbine eoliche che producono 8 GWh l’anno, generando tre volte l’energia necessaria a coprire il fabbisogno dell’interno paese; il municipio e le scuole sono state dotate di pannelli fotovoltaici che rispettivamente riescono a coprire il 98% ed 62% del fabbisogno elettrico ed anche l’impianto per il trattamento delle acque reflue e la piscina comunale sono alimentati da energia pulita.

Le 108 aziende agricole del territorio producono la quasi totalità delle esigenze alimentari del paese, affidandosi unicamente alla coltivazione ed all’allevamento biologico senza alcun tipo di feritilizzante chimico.

Dall’efficienza energetica delle abitazioni, all’abbattimento delle barriere architettoniche, arrivando fino all’energia pulita e all’educazione eco-friendly dei cittadini, l’esempio di una piccola comunità che ha saputo rinascere Smart Town.