TocTocBox, la piattaforma per condividere la spedizione di pacchi

Con l’applicazione TocTocBox ci si può mettere d’accordo con chi percorre un tragitto in auto per spedire pacchi riducendo costi, inquinamento e traffico

Arriva TocTocBox, la piattaforma per condividere la spedizione di pacchi

 

(Rinnovabili.it) – Il progetto presentato su Crowfundme, ToctocBox, crea una piattaforma per facilitare le spedizioni di pacchi, ottimizzando i viaggi, risparmiando carburante e denaro.

Nelle città intelligenti la condivisione è una componente fondamentale, per ridurre traffico, sprechi di carburante ed inquinamento, ogni veicolo dovrebbe essere condiviso da più guidatori o soddisfare più di un esigenza.

Negli ultimi tempi c’è stato il successone delle app per la condivisione degli spostamenti, come Blablacar ed Uber, per i viaggi da una città all’altra o all’interno di una centro urbano. ToctocBox è lo stesso tipo di servizio applicato alle spedizioni e serve a risolvere il problema delle rigide regole per dimensioni e peso che applicano i servizi istituzionali e ad abbassare tempi e costi grazie alla condivisione con altri cittadini.

 

Come funziona TocTocBox

Basta scaricare la app, scegliere se si desidera spedire o trasportare un pacco, indicare grazie ad una procedura guidata le dimensioni e le esigenze, corredare la richiesta con una foto per far capire al “corriere” se è in grado di trasportare l’oggetto e mettersi in contatto con chi è interessato. Per spedizioni last-minute si può visualizzare in tempo reale se ci sono “postini” che stanno percorrendo il tragitto scelto da chi spedisce.

Chi percorre quotidianamente una tratta per lavoro od altre necessità va incontro a spese anche consistenti che con TocTocBox può ammortizzare dividendo il viaggio con i pacchi delle persone conosciute tramite l’app. Questi viaggiatori possono pubblicare l’itinerario che percorrono ed aspettare che qualcuno li contatti per una spedizione o cercare in prima persona i possibili clienti. Dopo aver stabilito il prezzo, per ottimizzare i viaggi il “corriere” può mettersi d’accordo con le persone a cui sono destinati i pacchi stabilendo un punto in cui incontrarsi o scegliere di effettuare la consegna porta-a-porta.

Il pagamento è tramite carta di credito per consentire la tracciabilità della transazione e per il momento la negoziazione dei prezzi avviene direttamente tra chi deve spedire e “corriere”.

 

2 Commenti

  1. Come idea è molto bella, quasi utopistica. In un pacco si può mettere di tutto e con i tempi che corrono, io non trasporterei merce di persone che non conosco, nè affiderei le mie spedizioni al primo che si offre. Poi fate voi come vi piace….

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui