Torino smart city approva all’unanimità il rapporto finale

Ieri è stato approvato all’unanimità il rapporto finale sul lavoro svolto dalla commissione di Torino smart city per migliorare le strategie intelligenti in città

Torino smart city approva all’unanimità il rapporto finale

 

(Rinnovabili.it) – Ieri il consiglio comunale di Torino ha approvato all’unanimità il rapporto finale sul lavoro svolto dalla commissione smart city. Questo gruppo di lavoro è stato creato nel maggio 2014 per svolgere una ricerca approfondita sulle prestazioni di Torino smart city negli ambiti ambiente, energia, qualità della vita, governance, capitale sociale e mobilità. Per la valutazione la commissione ha fatto riferimento agli indicatori utilizzati dall’Osservatorio sulle smart cities dell’ANCI, l’organo che approfondisce i temi dell’innovazione e della sostenibilità urbana.

 

Il rapporto finale impegna il Sindaco di Torino smart city, Piero Fassino e la giunta a:

  • Armonizzare l’azione dell’apparato amministrativo per migliorare gestione, erogazione ed offerta dei servizi
  • Dotare l’amministrazione di strumenti avanzati finalizzati al miglioramento dei servizi a partire dal sistema del trasporto pubblico, rendendo disponibili i big data per monitorare in tempo reale il flusso di mezzi e cittadini
  • Individuare le aree idonee alla sperimentazione di progetti smart city
  • Proseguire i lavori di Torino smart city costituendo una commissione che analizzi le best praticies e diventi il punto di riferimento per tutti i settori dell’amministrazione

 

“Questo è un tema importante per il futuro di Torino. Lo è per i nuovi modi di interazione sociale, per un nuovo approccio nelle relazioni, nell’interazione tra i cittadini e il Comune. Ora si tratta di capire come applicare quest’idea di fondo a tutti gli aspetti dell’amministrazione. E auspico che nella prossima consigliatura si possa affrontare l’aspetto della partecipazione e della democrazia elettronica, per coinvolgere i cittadini nelle decisioni politiche.” Ha dichiarato Vittorio Bertola del Movimento 5 stelle durante il dibattito introdotto dal presidente Dario Troiano.

 

Per il comune di Torino, smart city non significa solamente tecnologia ma città intelligente vuol dire dialogo e condivisione di competenze tra figure diverse in un’ottica di sviluppo comune.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui