Sostenibilità sociale ed ambientale: la nuova chiesa in legno di Henning Larsen per Copenhagen

La facciata ruvida come la corteccia di un albero che cambia con le stagioni, una cupola scutorea che lascia filtrare la luce come in un bosco, spazi raccolti ma a disposizione della comunità. La chiesa di Ørestad firmata Henning Larsen vuole diventare un monumento moderno

Henning Larsen
Ørestad Church_Henning Larsen – Credit Vivid Vision

La costruzione della Chiesa di Ørestad partirà nel 2024 per concludersi nel 2026

(Rinnovabili.it) – Il legno nella sua massima espressione, per unire natura e socialità, sacro e profano. L’architetto Henning Larsen si aggiudica la vittoria del concorso per la chiesa di Ørestad, la prima dopo 30 anni per la città di Copenhagen. L’idea alla base del progetto è creare un monumento moderno dove il legno è il protagonista insieme ad un’attenta progettazione degli spazi ad uso della comunità. Mentre un tempo era all’ordine del giorno, oggi progettare luoghi di culto non è più così scontato. Il forte simbolismo espresso da queste architetture deve dimostrare di essere al passo con i tempi, integrato nel contesto e, soprattutto socialmente utile alla comunità che lo accoglierà, oltre che sostenibile da un punto di vista ambientale.

A colpire subito è il design della facciata rovesciata e che crea profonde sporgenze tra le pareti della chiesa.

L’intenzione è quella di creare una chiesa che possa attirare l’attenzione, non toccata dal trambusto della città, piena di spazi di distinta semplicità che offrano ai residenti sollievo dalla loro vita quotidiana. Incaricati di progettare un edificio che rimanga nella tua mente, abbiamo scelto di creare un edificio che sia in completa armonia con l’ambiente circostante“, afferma Jacob Kurek, Global Design Director del team Henning Larsen.

La cupola scultorea in legno

All’interno è la cupola scultorea in legno ad attrarre l’attenzione. Le aperture incastonate nella travatura portante del tetto della chiesa di Ørestad, permettono alla luce di filtrare all’interno, evocando la sensazione di trovarsi all’interno di un bosco.

La facciata ruvida in legno e scandole simula la corteccia di un albero, e come l’albero, cambia colore e carattere a seconda delle stagioni.

Il nostro obiettivo era creare una chiesa sostenibile che contribuisse alla tradizione di Ørestad di sperimentare con l’ambiente costruito”, afferma Nina la Cour Sell, Design Director, Henning Larsen.

Leggi anche Riparare la ceramica con l’oro: il progetto di Henning Larsen per trasformare un vecchio municipio

All’interno si trova un giardino protetto dalla chiesa stessa, ma accessibile ai visitatori. Tutte le essenze vegetali sono autoctone ed ispirate alla vicina area naturale protetta di Amager Fælled.

La costruzione della chiesa di Ørestad partirà nel 2024 per concludersi con la consacrazione entro il 2026.

Articolo precedenteOsservatorio Stili Mobilità 2022 – II edizione 
Articolo successivoFrancia: la Sobrietà Energetica di Macron punta su incentivi e buon senso

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui