Con EnergySense Google rimette in gioco i termostati intelligenti

Dopo il fallimento del programma Powermeter Google torna a testare la tecnologia domotica con un nuovo progetto sperimentale

Con EnergySense Google rimette in gioco i termostati intelligenti(Rinnovabili.it) – Google è pronto a dare una nuova chance alla tecnologia di termostati intelligenti. Secondo gli ultimi rumors di Mountain View, il Gigante dei motori di ricerca starebbe definendo un nuovo piano per dotare i consumatori degli strumenti giusti per ridurre gli sprechi energetici domestici. EnergySense, questo il nome del programma firmato Big G, ricorda da vicino PowerMeter, progetto per la gestione delle informazioni relative ai consumi energetici avviato dall’azienda nel 2009 e poi chiuso due anni più tardi per non mancanza di appeal nei confronti del mercato.

 

Google Corporation ci riprova di nuovo, stavolta però puntando sui termostati intelligenti già presenti sul mercato e prodotti, ad esempio, da società come Ecobee, che verranno impiegati come una sorta di strumenti per la raccolta dati in tempo reale. L’obiettivo è quello di rendere il più efficiente possibile l’approvvigionamento energetico domestico e aiutare le persone a controllare i propri consumi. Big G non si sbottona, e gli unici dettagli circolati in merito al programma EnergySense indicherebbero che attualmente il sistema sarebbe in fase di test, sia da parte di personale interno, sia da parte di terzi. Google sta infatti registrando alcuni “non dipendenti” perché possano prestarsi a essere “Tester attendibili” del progetto.