Il manifesto per l’energia dei giovani innovatori

Il green future di energia, ambiente e sostenibilità passa per il tavolo tecnico organizzato da ANGI ed i suoi partner istituzionali.

manifesto per l’energia

(Rinnovabili.it) – ANGI, l’Associazione Nazionale Giovani Innovatori e punto di riferimento in Italia per l’innovazione, ha lanciato il suo manifesto per l’energia. Un documento contenente 5 punti programmatici che nei giorni scorsi è stato consegnato nelle mani della Ministra per l’innovazione Paola Pisano e alla Presidente della Cabina di Regia Benessere Italia Presidenza del Consiglio Filomena Maggino.

Nel suo Manifesto l’Associazione propone una stretta collaborazione tra scienza ed ecologia per la decarbonizzazione dei nostri centri urbani; e suggerisce che si stanzino incentivi per aziende e cittadini che aiutano a sviluppare soluzioni innovative in materia di tecnologia circolare e di energia pulita. Suggerisce inoltre di supportare economicamente sistemi di controllo della purezza e della potabilità delle acque sino dalla fonte, unitamente ad una cooperazione transfrontaliera che possa gestire e tenere a bada sotto tutti gli aspetti, dal principio alla fine, tutte le risorse idriche a nostra disposizione.

Il filo guida è dunque quello dell’innovazione applicata in ambito della sostenibilità e della tutale ambientale, e definito anche dalla Pisano “fondamentale per la ripresa del nostro paese”. “Il periodo di emergenza per la pandemia ci ha insegnato molto e ci ha messo di fronte a sfide alle quali deve essere data una risposta concreta e in tempi rapidi”, ha aggiunto la Ministra. “Il cambiamento non è più un’opzione, l’innovazione tecnologica può e deve essere motore trasversale del cambiamento”.

Una posizione condivisa anche da Maggino, secondo cui “L’innovazione, non solo tecnologica, è (ed è stato in passato) un fattore essenziale per il progresso dei Paesi. L’innovazione, più che obbiettivo, rappresenta un prezioso volano per promuovere e raggiungere il benessere dei cittadini che sia equamente distribuito e rispettoso di tutti gli esseri viventi. Si pensi, a tale proposito, al ruolo che ha e potrà avere l’Intelligenza Artificiale nelle nostre vite; tale ruolo produrrà vero benessere se eticamente orientato. In questa ottica, ben vengano iniziative come questa che mirano a consentire, tra l’altro, una corretta riflessione sul tema dell’innovazione tecnologica”.

Sulla stessa scia delle istituzioni viaggiano le parole di Gabriele Ferrieri, presidente di ANGI, che ha aperto così i lavori: “Crediamo fortemente nell’Innovazione in ogni suo campo, ma riteniamo che questo sia uno dei settori fondamentali dove per il nostro domani, è giusto investire maggiormente. Siamo lieti del plauso di tutti i nostri sostenitori per la mission che ANGI porta avanti come punto di riferimento sul tema innovazione e del grande dialogo e proficua collaborazione portata avanti con tutte le istituzioni italiane ed europee”.

“Siamo consapevoli – ha dichiarato Ivan Vigolo, Responsabile Technology e Solutions del Gruppo ACEA – che il futuro green si costruisce anche attraverso il lavoro delle multiutility che contribuiranno in modo rilevante al percorso in atto verso la transizione energetica, la decarbonizzazione, la generazione distribuita e l’elettrificazione della domanda. Infatti le soluzioni innovative che saranno implementate nella gestione delle attività nei territori, contribuiranno al raggiungimento di importanti risultati in termini di sostenibilità.

Per dare concretezza e riscontro numerico all’Italia che viviamo, ANGI ha portato all’attenzione uno studio realizzato dal direttore comitato scientifico dell’Associazione Roberto Baldassari sulla realtà economica, aziendale e innovativa del nostro Paese.

Ai lavori hanno preso parte anche: Carlo Corazza Direttore Parlamento Europeo in Italia; Antonio Parenti Capo Rappresentanza Commissione Europea Italia; Riccardo Di Stefano, Presidente Confindustria Nazionale Giovani; Dino Fortunato Chief Technical Advisor UNIDO; Andrea Gumina Consigliere del Ministro degli Affari Esteri; FedericoTesta Presidente ENEA; Fabio Bacchini Responsabile ricerca ambientale Istat; Patty L’Abbate Capogruppo Commissione Territorio e Ambiente Senato; Federico Mollicone Intergruppo Parlamentare Innovazione; Marco Carlizzi CDA Banca Etica; Giuseppe Incarnato Ceo IGI Investimenti; Valeria Fazio, Head of Relation – UER; GiancarloDefazio Direttore Generale Investitalia; FilippoZinelli, Studio Legale & Giustizia; Francesco Rizzo, Studio Improda; Emanuel Bonanni Segretario Generale Assopostale; Alessandro Del Frate Project Leader Sailpost; Cesare San Mauro Presidente Fondazione Roma Europea.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui