Esco con MONICA per capire che aria tira

Il prototipo di ENEA MONICA permette di valutare la qualità dell’aria respirata durante il percorso effettuato valutando le percentuali di inquinanti

ENEA sensore portatile MONICA (Rinnovabili.it) – Grazie alla nuova piattaforma di ENEA ognuno di noi può monitorare l’aria che respira. Mentre ci muoviamo in città o in campagna con MONICA (Monitoraggio Cooperativo della Qualità dell’aria) possiamo facilmente identificare le aree più inquinate e condividerle con gli altri utenti dei social collegati con la possibilità di suggerire percorsi alternativi caratterizzati da una percentuale minore di inquinamento.

 

Il sistema multisensoriale portatile è a basso costo, leggero e facile da utilizzare può essere posizionato sul manubrio della bicicletta o anche su uno zaino e collegato allo smartphone mediante l’istallazione di un’App che facilita la lettura dei dati acquisiti.

MONICA, il naso elettronico ideato dai ricercatori ENEA di Portici oltre a registrare le informazioni relative alla qualità dell’aria durante il percorso effettuato dà anche la possibilità di conoscere le percentuali di inquinanti presenti e confrontare i dati inviati dalle sistema multisensoriale portatile a basso costo.

Grazie al naso elettronico il cittadino ha la possibilità di scegliere con maggiore consapevolezza i luoghi più adatti per le sue attività.

Recentemente il prototipo è stato presentato presso il Convegno Nazionale Sensori e al meeting, tenutosi a Cambridge, del progetto comunitario coordinato dall’ENEA EuNetAir “European Network on New Sensing Technologies for Air-Pollution Control and Environmental Sustainability”, incentrato sulle tecnologie per  il controllo della qualità dell’aria.