07 Maggio 2021
Home Innovazione

Innovazione

Alternative alla plastica? Arriva la nanofibra di cellulosa

La piastra di nanofibra di cellulosa (CNFP) è un materiale completamente biologico e ad alte prestazioni che potrebbe rappresentare un valido sostituto della plastica.

Archeologia e innovazione: la nuova challenge di Enel a tutela del patrimonio storico-archeologico e culturale

Enel Green Power lancia una nuova sfida agli innovatori di tutto il mondo: soluzioni innovative per il rilevamento automatico di reperti archeologici di piccole dimensioni dispersi su ampie aree in superficie, o parzialmente interrati. Una soluzione essenziale per preservare il nostro patrimonio storico e culturale prima dell’avvio delle fasi di sviluppo e realizzazione degli impianti rinnovabili.

EF Academy: formazione digitale per far ripartire l’energia

Ai blocchi di partenza l’edizione 2020 della EF Academy, il percorso di formazione manageriale per lo sviluppo delle imprese energetiche

Giornata della Terra, cosa può fare l’innovazione per il pianeta?

Se ne è parlato oggi in un panel dedicato durante #OnePeopleOnePlanet, la maratona multimediale dell'Earth Day 2020

Greencube, il primo micro-orto spaziale per sfamare gli astronauti

Il progetto ENEA, interamente made in Italy, lancerà in orbita le prime colture idroponiche a ciclo chiuso, in grado di garantire un ciclo completo di crescita di micro-verdure.

Un biomateriale fatto di polline per una tecnologia più verde

Scienziati trasformano i grani di polline dei girasoli in un materiale flessibile che risponde agli stimoli ambientali. Le sue proprietà meccaniche lo rendono utile nella robotica, nella sensoristica e nella produzione di generatori elettrici

Politecnico di Bari e Terna, ecco l’accordo per favorire la transizione energetica

Siglato dal Politecnico di Bari e dall’operatore romano Terna, l’accordo porterà alla realizzazione di un Innovation Hub all’interno dello stesso Politecnico. Un team di ricercatori universitari ed esperti aziendali lavoreranno a progetti scientifici di comune interesse per favorire ed agevolare la transizione energetica

Sensori di carta nelle acque reflue per rintracciare il COVID-19 invisibile

I ricercatori dell'Università di Cranfield stanno lavorando a un nuovo test, semplice ed economico, per rilevare il SARS-CoV-2 nelle acque reflue. In questo modo sarebbe possibile rintracciare i focolai sintomatici dell’infezione