Carrefour Italia prima insegna multinazionale della GDO ad aderire a Filiera Italia

Alla base della nuova collaborazione, l’impegno a perseguire la sostenibilità delle filiere alimentari, la promozione dei prodotti del territorio e del Made in Italy e l’equa ripartizione del valore tra tutti gli attori del settore.

Carrefour Italia
via depositphotos.com

Carrefour Italia, uno dei primi player della grande distribuzione organizzata nel nostro Paese, con oltre 1.450 punti vendita in 18 regioni italiane, è anche la prima insegna multinazionale ad entrare a far parte di Filiera Italia, Associazione dedicata alla valorizzazione e promozione delle eccellenze del Made in Italy agroalimentare.

Carrefour Italia e Filiera Italia comunicano di aver definito un accordo di collaborazione sulla base di valori comuni che ispirino il rispettivo impegno, quali la valorizzazione del Made in Italy, la promozione di filiere sostenibili, la tutela dei localismi e delle specificità territoriali e l’obiettivo di assicurare un’equa ripartizione del valore lungo tutta la catena di produzione, ostacolando le pratiche sleali.

Viene così sancito un percorso di confronto comune per lo sviluppo di filiere sempre più sostenibili dal punto di vista ambientale, sociale ed economico, con particolare attenzione al cruciale ruolo che la Grande Distribuzione è chiamata a svolgere come elemento di congiunzione tra il mondo della produzione agroalimentare e il consumatore finale.

Leggi anche Gli scarti alimentari si trasformano in nuovi biomateriali

Questo include anche l’impegno per la promozione dei prodotti locali all’estero: Carrefour Italia, infatti, rappresenta già un’importante piattaforma per l’export del Made in Italy, che assicura opportunità di internazionalizzazione ai propri fornitori italiani. Grazie a questo accordo, Carrefour si impegnerà ulteriormente nell’export di prodotti italiani sia oltralpe che al di là dei confini europei, in forza della propria forte presenza in molti mercati sia sudamericani che asiatici.

La sostenibilità, la valorizzazione dei regionalismi e la creazione di relazioni di lungo periodo e di mutua soddisfazione con i nostri fornitori, soprattutto quelli di filiera che vestono il nostro marchio, sono fondamenti del nostro modello di business e valori che siamo orgogliosi di condividere con una realtà come Filiera Italia” sottolinea Christophe Rabatel, CEO di Carrefour Italia. “Da tempo siamo impegnati a promuovere le eccellenze dei territori italiani, come testimoniano le più recenti collaborazioni rispettivamente con Regione Piemonte, e Regione Lombardia e FDAI, con cui vogliamo continuare a costruire ulteriori importanti progetti di valorizzazione regionale.  Intendiamo lavorare in maniera ancora più sinergica con tutti gli attori del panorama della produzione italiana con l’obiettivo di raggiungere traguardi sempre più ambiziosi. e in questo siamo certi di trovare in Filiera Italia una associazione strategica di valevoli alleati”.

La sostenibilità ambientale è un principio cardine per Carrefour a livello globale. Attraverso la strategia di Transizione Alimentare per Tutti, che rientra nel più ampio programma Act For Food avviato nel 2018, l’insegna si impegna, infatti, ad offrire a tutti i consumatori, quotidianamente, accesso a cibo di alta qualità sicuro e ad un prezzo equo e alla portata di tutti.

Carrefour è stata la prima realtà della GDO      a lanciare, nel 1992, una linea di prodotti a filiera controllata, focalizzata sulla promozione di filiere sostenibili e prodotti del territorio.In questo ambito, Carrefour Italia lavora quotidianamente a fianco di oltre 8.000 produttori locali italiani che collaborano con Filiera Qualità Carrefour, molti dei quali piccole aziende, che operano nel rispetto dell’ambiente e dei ritmi della natura grazie a processi di coltivazione e allevamento responsabili e controllati fin dall’origine.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui