Be Charge e Telepass Pay: attiva l’interoperabilità della rete di ricarica

Telepass Pay, circuito sicuro e veloce per il pagamento dei servizi di mobilità personale,
e Be Charge, operatore integrato di servizi di ricarica, uniscono le forze
per rendere l’esperienza di guida in elettrico sempre più semplice e diffusa

colonnine di ricarica
Foto di Mikes-Photography da Pixabay

Le colonnine Be Charge sono visibili e utilizzabili anche attraverso Telepass Pay, rafforzando ulteriormente il posizionamento di leadership di Be Charge nel percorso di crescita della rete di ricarica italiana e dei servizi di ricarica sempre più innovativi. L’accordo è il primo del suo genere per Telepass e permette di perseguire obiettivi comuni, ovvero migliorare la sostenibilità ambientale e contribuire ulteriormente allo sviluppo della mobilità elettrica. Be Charge è, infatti, il primo operatore di ricarica per veicoli elettrici ad entrare nell’ecosistema dei servizi offerti da Telepass agli automobilisti.

Leggi anche Auto elettriche 2021, abbiamo raggiunto una nuova pietra miliare

Le due aziende intendono impegnarsi congiuntamente per stimolare ulteriormente la crescita della mobilità elettrica in Italia e l’accordo di interoperabilità sottoscritto è solo il primo passo di una collaborazione che potrà estendersi in futuro anche in ulteriori ambiti di attività. Da oggi è quindi ancora più semplice accedere all’infrastruttura di ricarica Be Charge, diffusa su tutto il territorio nazionale ed in continua crescita, attraverso l’app Telepass Pay e l’app Be Charge.

«La partnership con Telepass – commenta Paolo Martini, CEO di Be Charge – è importante per ampliare il posizionamento strategico della nostra azienda nell’ecosistema dei servizi di ricarica per veicoli elettrici. Questo importante accordo rafforza la mission di Be Charge permettendoci di perseguire obiettivi comuni per una mobilità sempre più sostenibile. Rappresenta un passaggio fondamentale nell’evoluzione dei servizi più innovativi tesi ad offrire agli utenti “elettrici” un’esperienza di mobilità sempre più facile. La capillarità della nostra rete, unita all’esperienza di ricarica che offre la nostra APP ed alla costante integrazione con altre piattaforme come Telepass Pay, mira sempre di più a contribuire allo sviluppo di un nuovo paradigma di mobilità, ancora in fase iniziale, ma in grandissima crescita».

«La partnership con Be Charge – commenta Gabriele Benedetto, CEO di Telepass – ci consente di offrire ai circa 300 mila clienti Telepass che già guidano auto elettriche o ibride l’accesso alla rete di ricarica interoperabile più grande in Italia, il tutto comodamente attraverso la nostra APP “Telepass Pay”. Le parole d’ordine di Telepass per la mobilità del futuro sono da sempre “smart” e “green”: smart perché possiamo adottare una modalità objectless, ovvero senza contanti né carte; green per dare spazio a mezzi a emissioni ridotte o a emissioni zero. La partnership con Be Charge ci consente al contempo di contribuire alla crescita della mobilità elettrica in Italia, attraverso la collaborazione con uno dei più importanti player del settore che condivide con noi lo stesso dna digitale ed ecosostenibile, abilitando una mobilità integrata, flessibile, sicura».

Leggi anche Nuova batteria per Sion, l’auto elettrica solare di Sono Motors

Be Charge è una società del Gruppo Be Power S.p.A. dedicata alla diffusione delle infrastrutture di ricarica per la mobilità elettrica. Be Charge sta sviluppando uno dei maggiori e più capillari network di infrastrutture di ricarica pubblica per veicoli elettrici in Italia per dare un contributo decisivo allo sviluppo di un sistema di mobilità sostenibile. Grazie ad una piattaforma sviluppata internamente e tecnologicamente avanzata Be Charge è in grado di offrire un servizio di ricarica efficiente a tutti i possessori di veicoli elettrici, e di ricaricare su tutto il territorio nazionale. Nell’ambito della filiera di settore, Be Charge riveste sia il ruolo di gestore e proprietario della rete di infrastruttura di ricarica (CPO – Charge Point Operator) che quello di fornitore di servizi di ricarica e mobilità elettrica che si interfaccia con gli utilizzatori di veicoli elettrici (EMSP – Electric Mobility Service Provider). Le stazioni di ricarica Be Charge sono in corrente alternata da 22 kW, ed in corrente continua fino a 300 kW. Il piano industriale di Be Charge prevede l’installazione nei prossimi anni di circa 30 mila punti di ricarica che erogheranno energia al 100% green, proveniente da fonti rinnovabili.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui